Libri, Libretti, Libracci
  • A caso

    Firebird, La caccia – Claudia Gray

    Firebird - La cacciaTitolo: Firebird – La caccia Autore: Claudia Gray Pagine:  270 Editore: Harlequin Mondadori Pubblicato: 8 Settembre 2015 Rilegato: 16,00 € CLAUDIA GRAY autrice nella classifica del New York Times, ha raggiunto il successo grazie alla serie Evernight. Prima di dedicarsi alla scrittura a tempo pieno, è stata una DJ, un avvocato, una giornalista e una cameriera di scarso successo. Vive a New Orleans e nel tempo libero ama dialogare con i suoi fans tramite i social network. TRAMA Marguerite Caine è cresciuta respirando intorno a sé le teorie scientifiche più all’avanguardia. I suoi genitori, infatti, sono due famosi scienziati che sono riusciti a realizzare la macchina più stupefacente di tutti i tempi: il Firebird. Si tratta di un congegno che permette di viaggiare in dimensioni parallele, basandosi sulla teoria che esistono infiniti universi, che sono poi quelli delle possibilità. Ciò che non è stato in questo mondo si è certamente realizzato in uno degli altri. Il padre di Marguerite, però, è misteriosamente scomparso. Sembra che a ucciderlo sia stato Paul, uno degli assistenti, che è poi fuggito impunito in un’altra dimensione, portando via con sé tutti i dati relativi al Firebird. Marguerite si lancia alla ricerca del padre e grazie a Theo, uno studente di fisica che l’aiuta nell’impresa, riesce a ingaggiare una caccia all’uomo pluri-dimensionale, tra una Londra del futuro, una Russia ai tempi dello Zar e un mondo sottomarino… Le vite sono mille. Mille le possibilità. Ma il destino è uno soltanto. Finalmente sono riuscita a mettere le mani su questo libro! Tutte le mie aspettative sono state ripagate ed ora non vedo l’ora di leggere il seguito. Marguerite mi ha conquistata e Paul mi ha fatto battere il cuore, un romanzo davvero intrigante tra il fantascientifico e il romantico. Ma andiamo con ordine!! La Gray mi ha tenuta incollata alle pagine dall’inizio alla fine, con una storia scritta in modo quasi impeccabile e soprattutto ricca di colpi di scena ed azione, per non parlare di…AMORE! Sì, Amore è la parola chiave di questo romanzo, subito dopo DESTINO. Quello che unisce due anime in ogni dimensione, in qualunque parte del mondo, è proprio il fato. Firebird è esattamente questo: la storia d’amore di due persone che in un modo o nell’altro sono destinate ad incontrarsi, a stare insieme, ad innamorarsi profondamente, aldilà del luogo, del tempo e delle circostanze, oltre che delle diverse dimensioni. Qualcosa in cui io personalmente credo e che sostengo fermamente. Sono un’inguaribile romantica e questa idea delle anime gemelle – chiamiamole così – che si rincorrono e si rincontrano in ogni dimensione, in un modo o nell’altro mi piace, mi fa sognare! *-* Parlando di anime gemelle, devo dire che ho adorato il personaggio di Marguerite perché mi ha tanto ricordato me stessa: un’artista estremamente curiosa verso le scienze e sempre in bilico fra un mondo e l’altro. Mi ci sono ritrovata e mi è piaciuta molto anche per il suo caratterino, perché lei non si fa mettere i piedi in testa nemmeno dalle migliori menti geniali da cui è circondata. Theo è un personaggio che invece ho apprezzato alla fine, ma che per il resto del romanzo ho sopportato a malapena. Un tipo proprio a cui non dedicherei nemmeno un minuto, ma d’altronde, io non sono Marguerite e a lei invece, Theo, piace davvero molto. Insomma, un tipello mica male, tutto scena e troppa arroganza, ma con un cuore grande abbastanza da farci entrare tutti i cervelloni di casa Caine e molti altri. Un personaggio che, ahimè, è chiaro fin da subito che ruolo amaro gli toccherà, ma comunque abbastanza affascinante da mettere in crisi la nostra protagonista. Ed ora non resta che Paul Markov. Paul è…il mio tipo ideale, ok?! L’ho detto. Geniale, un po’ introverso, modesto, ma contemporaneamente affascinante e sicuro di sé. Come me, anche la Granduchessa Margarita Romanov non può far altro che innamorarsi dell’affascinante Guardia Reale Pavel Markov. Paul è qualcuno che non mi aspettavo in questo romanzo. Non mi piace leggere spoiler sui libri che voglio leggere e di questo personaggio avevo letto poco e niente, ero davvero convinta che non mi sarebbe piaciuto, che probabilmente avrei tifato per l’adorabile Theo. Bè, mie care, Paul è un tipo che sorprenderà le vostre aspettative..sempre che siate delle romanticone! Sono decisamente soddisfatta da questa lettura che ha ripagato mille volte la mia delusione per Sitael! Credo che nell’attesa, potrei addirittura rileggerlo in lingua originale! Dovete infatti sapere che, prima di scoprire che venisse pubblicato in Italia, avevo già acquistato la versione originale e aspettavo solo un momento di tranquillità per leggerlo. Insomma, era proprio destino che io e questo libro ci incontrassimo, in un modo o nell’altro! U_U A questo punto non mi resta che votare Firebird – La caccia e credo proprio che si meriti un bel 5/5, specie per non aver deluso le mie aspettative e aver appagato il mio lato romantico da sognatrice persa! ♥‿♥ heart292_thumb7_thumb_thumb heart292_thumb7_thumb_thumb heart292_thumb7_thumb_thumb heart292_thumb7_thumb_thumb heart292_thumb7_thumb_thumb Un libro che consiglio a chi ama le storie ambientati in universi multidimensionali e, ancora di più, a tutti quelli che come me si sciolgono come gelati al sole se si parla di anime indivisibili e di destini incrociati. Una storia romantica dallo sfondo fantascientifico, cosa c’è di meglio? ^-^ Ed ora ecco la parte spoilerosa della recensione per la Inside Out Mini Reading Challenge organizzata dal blog AngelTany Blog. N0PVmFC_thumb3 Un libro che mi è davvero piaciuto, che mi ha fatto provare un’enorme…GIOIA! Gioia Gioia: Un libro che vi ha suscitato un senso di enorme felicità. Può essere una storia d’amore con lieto fine, un thriller emozionante con un finale che vi ha soddisfatto, ecc… *ATTENZIONE SPOILER!!* Sono una tipa super romanticosa e aaaamo le storie d’amore! Quelle a lieto fine ancora di più…e quando Paul e Marguerite si ricongiungono finalmente non ho potuto fare a meno di tirare un sospiro di sollievo e un urletto di Gioia! *-*  Ho tifato per Paul fin dall’inizio del libro, sembrava il cattivo, ma è qualcosa come il mio tipo ideale, quindi non potevo non amarlo. Quando leggevo i pensieri di Marguerite rispetto a Paul non riuscivo a non pensare che fosse vero amore, un amore destinato a nascere e fiorire, in un modo o nell’altro e, dopo qualche capitolo, ecco che lei si rende conto della profondità dei loro sentimenti. Per un’inguaribile romantica come me, questo libro è stata una vera scoperta: L’AMORE VINCE SEMPRE! Infatti, quando si ritrovano nella loro dimensione, ero superfelice del risvolto positivo, con un sorriso che andava da un orecchio all’altro e un’aria sognante dipinta sul viso, proprio come Gioia! 😀

  • Potrebbero anche interessarti

    4 Commento

  • Rispondi Ariel DeFog 1 Ottobre 2015 at 18:01

    Mi fa piacere che il libro ti sia piaciuto! Al contrario, io invece sono rimasta delusa…forse perché speravo + nel lato sci-fi / distopico che in quello romance, prevalente…

    • Rispondi Francesca Verde 1 Ottobre 2015 at 19:32

      Onestamente anche io mi aspettavo qualcosa di più in quel senso, ma da come si è sviluppata la trama potrebbe essere che il secondo libro sarà incentrato proprio su quello anche perché altrimenti diventa un po' ripetitivo..! 🙂

  • Rispondi AngelTany 12 Ottobre 2015 at 12:40

    Anche io ho amato questo libro ma avrei preferito maggior approfondimento sugli spazi dimensionali, teorie scientifiche… Non che mi dispiaccia tutto questo ammmmooooore XD Paul è un ragazzo da sposare e magari a trovarne uno nella realtà. Ma più scienza e avventura non sarebbero guastati 😉

    • Rispondi Francesca Verde 12 Ottobre 2015 at 12:54

      Sì, forse hai ragione, ma per il momento mi ha fatto sospirare come una quindicenne innamorata…vedremo nel seguito se verrà approfondito qualcosa! ^^

    Lascia un commento