Libri, Libretti, Libracci
  • A caso

    Gregor e la profezia segreta – Suzanne Collins

    Grgeor _4Titolo: Gregor e la profezia segreta (Gregor#4)
    Autore: Suzanne Collins
    Pagine: 308
    Editore: Mondadori
    Pubblicato: 13 Ottobre 2015
    Tascabile: 10,50 €

    SUZANNE COLLINS (10 agosto 1962, Connecticut), scrittrice statunitense e sceneggiatrice televisiva, vive nel Connecticut con due gatti e la sua famiglia. L’idea dei “giochi di fame” ovvero degli “Hunger Games” è nata mentre faceva zapping tra le immagini dei reality show e quelle della guerra vera. I libri di Suzanne Collins, tra cui la serie di Gregor e il Sottomondo, sono tradotti in 40 paesi e continuamente ristampati: negli Stati Uniti ha raggiunto i 16 milioni di copie. Il “Time” ha nominato Suzanne Collins tra le 100 più influenti personalità della cultura moderna.

    TRAMA LA PROFEZIA SEGRETA DANZA LA REGINA ALLA LUCE DEL FUOCO, CONQUISTA LA NOTTE COME FOSSE UN GIOCO. D’ORO S’AMMANTA, ARDENTE E MAI FIOCO. PER INTERE FAMIGLIE DI PARTIRE È L’ORA, CHISSÀ SE LE RIVEDREMO ANCORA. Mentre Gregor e la sorellina Boots sono nella loro casa di New York, la madre malata è affidata alle cure dei Sottomondo. E benché la famiglia riceva frequenti aggiornamenti sulle sue condizioni di salute, tutti sanno che Gregor dovrà presto riprendere il proprio ruolo di guerriero, fondamentale per la sopravvivenza del popolo nascosto sotto la città. La situazione è tragica. I vulnerabili piluccatori, i topi, continuano a scomparire e la giovane regina Luxa vuole scoprire il perché. Accompagnato da Boots, Gregor unisce le proprie forze a quelle di Luxa, per difendere il Sottomondo e svelare un segreto più sinistro di quanto si possa immaginare. Il Flagello, il cucciolo di ratto bianco della profezia, ormai adolescente e cresciuto a dismisura, ha perso la testa ed è diventato preda delle forze del male…

     

    Quarto capitolo della saga, che si compone di 5 libri, Gregor e la profezia segreta è decisamente differente dai primi 3 volumi. Se quelli potevano essere considerati singolarmente degli autoconclusivi, questo termina con un finale aperto e quindi è necessario leggere il quinto libro per sapere come andrà a finire. Questa cosa mi rattrista un po’ perché vuol dire che questa meravigliosa saga sta per concludersi e con lei le avventure di Gregor, Boots, Temp e di tutti quei personaggi che nel corso di queste letture ho imparato ad amare ed apprezzare. Penso che persino Ripred mi mancherà! ç_ç
    Tuttavia, questo quarto volume non delude: la storia è ricca di azione, i dialoghi sono più profondi che nei precedenti libri e persino i personaggi mostrano di essere maturati, cambiati in meglio il più delle volte, o in peggio nel caso del Flagello, ahimè!
    Ovviamente essendo un libro pensato per ragazzi, lo stile utilizzato da Suzanne Collins è molto diverso in questo caso rispetto alla saga di Hunger Games, ma di certo non meno curato. Fresco e leggero, adatto al tipo di pubblico a cui la serie è destinata, questo stile piace anche a noi over20, diciamo così, quando siamo in cerca di qualcosa di semplice e veloce da leggere per non stressarci troppo!
    Aldilà della semplicità però, dietro le righe si possono intuire temi più complessi, valori come l’unità della famiglia, la diversità e il rispetto per chi non è come noi, un esempio è la capacità di Boots di relazionarsi con le creature più strambe, paurose o terrificanti che incontra. La bimba non conosce i pregiudizi e va così aldilà di quello che sono i cosiddetti “mostri” apprezzandoli per ciò che fanno e per come si comportano con lei, addirittura sono proprio lei e il giovane Hazard a salvare il gruppo in più occasioni proprio grazie alla loro ingenuità verso i pericoli.
    Essendo della Collins, anche qui i protagonisti subiscono la tirannia fredda e glaciale dell’autrice che non risparmia nessuno, nemmeno i più piccoli o i più valorosi. Su questo non mi dilungo troppo, ma già nei libri precedenti pensavo di aver versato litri di lacrime sufficienti all’intera saga…e invece eccomi qui a maledirla! ç_ç
    Sorvolando su quest’ultima nota personale, Gregor – La profezia segreta, mi è piaciuto molto. L’ho trovato accattivante e in parte anche commovente, mi ha letteralmente conquistata e non vedo l’ora di legger e il quinto ed ultimo libro per sapere quale amaro destino toccherà ai miei eroi preferiti nel Sottomondo…piango già!! ç_ç
    Nel complesso a questo volume darei un 3/5 per un lettore della mia età, ma immagino che per un ragazzino di 12/13 anni sia sicuramente qualcosa di meraviglioso da votare 5/5! 🙂
    heart292_thumb7_thumb_thumb_thumb2_t[6] heart292_thumb7_thumb_thumb_thumb2_t[7] heart292_thumb7_thumb_thumb_thumb2_t[3] 

    Consiglierei questo libro… a chi cerca una lettura poco complessa o ad un giovane che si approccia alla lettura. Un fantasy da leggere in poche ore che vi conquisterà! ^^
    – Franci

  • Potrebbero anche interessarti

    6 Commento

  • Rispondi Francy NeverSayBook 24 Gennaio 2016 at 20:17

    Ciao Franci ♥ Amo Hunger Games ma non so se avventurarmi tra le pagine di questa serie, anche perché non amo in particolar modo i fantasy ^^ Grazie mille per la recensione 🙂

    • Rispondi Francesca Verde 25 Gennaio 2016 at 09:26

      È un fantasy sul genere di Arthur e il popolo dei minimal di Luc Besson..è per giovani lettori, ma interessante anche per noi grandicelli! ^^

  • Rispondi Anarel 25 Gennaio 2016 at 15:34

    Bella recensione inserita nella lista della challenge ^_^

  • Rispondi RobbyRoby 8 Febbraio 2016 at 09:32

    Ciao
    in casa ho il primo libro, devo però ancora leggerlo. Buona settimana.

  • Lascia un commento