Libri, Libretti, Libracci
  • A caso

    Solo l’Amore – Francesca Lesnoni

    Buonasera Lettori! Oggi voglio parlarvi di un libro che ho appena finito di leggere e che ho amato in ogni sua parte, divorandolo una pagina dopo l’altra…davvero un volume unico che in pochi capiranno davvero, ma che nasconde all’interno delle sue pagine alcuni tra gli insegnamenti di vita che tutti dovremmo seguire! 🙂
    Lo so, la sto facendo lunga come al solito, ma il libro di cui vi parlo è Solo l’Amore, di Francesca Lesnoni, un’autrice italiana emergente che ha davvero colto nel segno…ma non vi anticipo null’altro! Ecco qualche informazione e la mia opinione! 😉
    Solo l'amore
    Titolo: Solo l’Amore
    Autore: Francesca Lesnoni
    Pagine: 155
    Editore: Self Publishing
    Pubblicazione: 25 Gennaio 2016
    E-book: 2,99 €

    FRANCESCA LESNONI è nata in Inghilterra, vive e lavora a Roma. Per alcuni anni, durante il suo tempo libero, ha “insegnato” pittura in un carcere minorile, da questa esperienza è nato un libro di racconti: “Kunia e le altre”, pubblicato da Stampa Alternativa nel 1992. Da sedici anni è volontaria dell’Associazione Peter Pan Onlus che offre ospitalità ai bambini oncologici in cura all’Ospedale Bambino Gesù e alle loro famiglie. Per quattro anni ha “insegnato” scrittura creativa a ragazzi con handicap mentale.

    TRAMA Lucia è scomparsa… nessuno sa che fine abbia fatto la dolce sorella di Carlo, unico indizio un biglietto: “Non preoccupatevi, sto bene. Vado dove ho sempre desiderato essere, da che ho memoria…”
    Nessuno però si preoccupa realmente della sparizione di Lucia tranne Pier che, innamorato da sempre di lei, decide di prendersi un anno sabbatico per dedicarsi alla misteriosa ricerca. Per sua fortuna Pier potrà contare sull’aiuto di alcune persone, come i signori Dardi, due amabili vecchietti, che gli consegneranno dei bigliettini scritti da Lucia; o Luigi, un sapiente tappezziere con la passione per la lettura, che lo aiuterà a mettere ordine nei suoi taccuini pieni di appunti e divagazioni; o l’amatissimo padre che, al momento opportuno, saprà cogliere una traccia importante… Ma, prima di trovare Lucia, Pier dovrà confrontarsi con una diversa percezione di sé e degli altri, rivisitare la propria vita, comprendere qual è il suo vero sogno… Grazie al suo intelligente umorismo e piccoli colpi di scena, Pier si ritroverà su un aereo diretto a Parigi. Sarà lì che finalmente rincontrerà Lucia?

    “ Anche se può sembrare stolto o paradossale o folle,
    ho scelto la metà mezza piena del bicchiere,
    la sola che doni la vera gioia.
    E sorrido. ”

     

    Non so esattamente da dove iniziare, ma devo ammettere che questo libro mi ha colta di sorpresa fin dalle prime pagine perché il narratore della storia, Pier, non è un ragazzo come mi ero immaginata, ma un uomo di più di cinquant’anni e, una volta scoperto questo, già ho iniziato a sentire profumo di novità e originalità. Non so se avrei apprezzato tanto questo libro se per protagonista ci fosse stato un giovane con un breve passato alle spalle e con una visione del mondo totalmente diversa.
    Infatti quello che più affascina di Pier è proprio la sua ingenua saggezza, quel suo essere paziente come solo un uomo che ha già vissuto tanto a  lungo può essere e le sue divagazioni che spesso taglia a  metà per poi continuarle poche righe più sotto che raccontano più di quanto sembri. I ricordi che riaffiorano e gli fanno rivivere il passato regalandoci la storia di una vita in poche pagine ricche di emozioni… Ho trovato meraviglioso questo uomo pieno di cose da dire e di pensieri che volano fuori dalla sua testa senza che nemmeno se ne accorga.
    L’intera storia sembra infatti un monologo interiore, il ricordo raccontato di getto di un viaggio che Pier compie attraverso la sua città e il suo passato per riscoprire sé stesso e ritrovare l’amore della sua vita.
    Protagonista indiscusso è infatti l’amore che si presenta nelle più svariate forme: dalla profonda amicizia, al rapporto tra padre e figlio, all’amore per il prossimo, per la propria anima gemella o per la vita nella sua complessità e nei suoi strani giochi del destino. Un libro che insegna ad amare, ma anche a credere perché nonostante tutto, l’amore non basta e ci vuole anche un pizzico di fede per sognare in grande.
    Ho amato entrare nei pensieri di Pier, vedere la vita attraverso i suoi occhi e osservare la sua vista sul mondo mutare man mano che il viaggio alla ricerca di Lucia proseguiva. Più Pier si avvicinava a Lucia, più quel vetro opalescente che gli impediva di vedere la vera essenza del mondo si allontanava dai suoi occhi mostrando ciò che lo circondava sempre più nel particolare, tra bellezze ricche di emozioni e amare verità.
    Io ho apprezzato questo volume e spero di averlo capito a fondo. So però che non è un libro adatto a tutti, è un libro semplice a primo sguardo, ma immensamente bello sotto la superficie che nasconde una complessità che trasforma un banale intreccio in una tela contorta ricca di lezioni di vita.
    La mia valutazione per questa perla made in Italy è di 4/5. l’ultimo punto è solo per un piccolo problema tecnico che ho riscontrato nella versione e-book su tablet e che ha un po’ rallentato la lettura, ma direi che se fosse perfetto anche lì, un 5/5 non glielo toglierebbe nessuno! 🙂
    heart292_thumb7_thumb_thumb_thumb6heart292_thumb7_thumb_thumb_thumb1heart292_thumb7_thumb_thumb_thumb2heart292_thumb7_thumb_thumb_thumb2
    Consiglierei questo libro… a chi vuole riscoprire la vita, con uno sguardo più ampio e complesso e una mente pronta a cogliere la bellezza anche delle cose più semplici! ^^
    – Franci

  • Potrebbero anche interessarti

    1 Commento

  • Rispondi Francesca Lesnoni 14 Giugno 2016 at 12:15

    Cara Franci, sei tu ad aver sorpreso me con il tuo sguardo appassionato, sensibile, profondo,che ha saputo cogliere sfumature e colori e voli e… Ogni libro è di chi lo legge con amore,tu lo hai fatto con struggente intensità, grazie

  • Lascia un commento