Libri, Libretti, Libracci
  • A caso

    Scusate, non c’è niente da vedere – Marco Chiaravalle

    Buon Lunedì!! 😀 Oggi mi sento super carica e per iniziare al meglio la giornata vi propongo la mia recensione di Scusate, non c’è niente da vedere, di Marco Chiaravalle. Un irriverente storia piena di sorprese e tante emozioni..personaggi unici e uno stile che trasmette passione ad ogni parola..! 🙂
    Vi avevo già parlato di quest’opera pubblicata su Wattpad, ma vi riassumo brevemente le informazioni principali prima di lanciarmi con troppo entusiasmo nella valutazione del romanzo! 😉

    Scusate non c'è niente da vedere

    Titolo: Scusate, non c’è niente da vedere
    Autore: Marco Chiaravalle
    Pagine: 15 capitoli
    Potete leggerlo qui

    SINOSSI Marco è un annoiato impiegato postale di 32 anni con la passione per la scrittura che, all’inizio del romanzo, decide di abbandonare tutte le storie che stava scrivendo per narrare la sua. Ciò non piacerà a qualcuno, che verrà a bussargli alla porta per fargli riprendere in mano i suoi scritti ai quali molti personaggi, in dimensioni differenti, sono legati. Preparatevi ad un viaggio nel nostro “paese delle meraviglie”. Insieme a Marco andremo a parlare di argomenti quali l’editoria moderna, la difficoltà nel trovare un posto di lavoro nel nostro paese, la censura, e una cicatrice rimasta nell’anima di tutti noi: L’ Aquila e il terremoto che la sconvolse. A Marco si affiancheranno, nel corso della storia, personaggi che non dimenticherete e un vecchio amore ritornerà a bussare nel suo cuore: Michelle, la donna che lo abbandonò anni addietro. Ma sarà veramente lei o solamente un sogno?

    «”Tu credi che noi, personaggi di libri, non abbiamo ricordi? Pensi
    veramente che voi, scribacchini da due soldi, ci abbiate
    creati?” “No?” “Certo che no! Quella che tu stai, o meglio stavi,
    tentando di mettere su carta è solo una parte della mia vita! Sai
    quante altre storie non scritte ognuno di noi potrebbe raccontare?”»

      Come sapete leggo pochi romanzi auto-pubblicati o auto-promossi dagli autori stessi, ma quando li leggo è perché già mi hanno convinta dalla sinossi o dalle parole dell’autore stesso…questa volta però è stato tutto un po’ più alternativo. Mi sono trovata a leggere una bellissima recensione scritta da Ely, de Il regno dei libri, e non ho potuto far a meno di incuriosirmi. Se questo romanzo l’aveva tanto colpita e fatta appassionare, allora dovevo dargli una chance!
    E così è stato, qualche settimana fa ho fatto rientro nel mio ormai polveroso account wattpad e ho cercato il libro in questione. Ho iniziato a leggerlo giusto per vedere come iniziava per poi salvarlo e guardarlo in seguito, ma in un pomeriggio circa l’avevo già finito. Con la scusa che l’ho letto dal telefono, ovunque mi trovavo quel giorno andavo avanti a leggere sempre più presa e ho capito perché Ely ne è rimasta tanto impressionata!
    L’opera è un meraviglioso racconto di un viaggio tra realtà e illusioni di un giovane uomo dal piglio irriverente, con un’opinione su tutto e tutti che non smette di rimanere sorpreso da tutto ciò che gli succede…il Marco protagonista del romanzo è infatti uno scrittore pieno di risorse, che mi è molto piaciuto per il suo essere vero. Pregi e difetti saltavano dalle pagine come niente fosse e alla fine della lettura quasi non credevo di non poter più avere a che fare con una persona che tanto mi sembrava reale e della quale avevo letto le più assurde vicissitudini.
    Oltre a Marco però la storia è costellata di altri personaggi chiave, infatti durante la lettura ne conosciamo tantissimi altri a dir poco incredibili: dai piccoli zingarelli, ad Alice, a tutti gli originali amici di Marco. Ogni personaggio ha un suo perché, una sua storia e una sua forte presenza. Tutto sembra perfettamente incastrato per giungere alla fine del romanzo e arrivare al finale…inaspettato!
    Sì, perché dopo tutto quello che succede nel corso dei capitoli, davvero non mi immaginavo un finale così. Devo ammettere però che oltre a lasciarmi sorpresa, mi è rimasto un pizzico di insoddisfazione, perché se da un lato è coerente con la particolarità del romanzo, dall’altro è un tipo di finale che non riesco mai ad accettare. Mi indispone e mi rovina l’intera lettura! 🙁
    Al di là della sorpresa finale però, mi è piaciuto come, sempre di più, il Marco protagonista sembrasse essere un tutt’uno con il Marco autore. Non so se davvero sia così, ma ho amato come tutto poteva sembrare se non un normale romanzo. Con il suo stile colloquiale, l’autore mi ha dato subito l’impressione di essere di fronte al protagonista ad ascoltare una storia di un passato recente, come fossimo due amici al bar, e questa è una delle cose che più ho amato dell’intero libro! 🙂
    Spero di aver compreso appieno ciò che l’autore voleva trasmettere, o almeno di non aver travisato troppo l’opera…ma d’altronde, si sa, che i libri sono fatti per il 50% dalle parole e per l’altro 50% dalla fantasia del lettore! 😉
      La mia valutazione per Scusate, non c’è niente da vedere è di 4/5. Un libro per emozionarsi, riflettere e ridere di gusto…non avrei potuto chiedere di meglio! L’unica pecca il finale, ma leggendo i commenti all’opera sono una dei pochi ad averlo poco apprezzato..ma purtroppo sono una persona troppo curiosa per accettarlo appieno! U_U  
    heart292_thumb7_thumb_thumb_thumb6_t heart292_thumb7_thumb_thumb_thumb6_t heart292_thumb7_thumb_thumb_thumb6_t heart292_thumb7_thumb_thumb_thumb6_t
    Consiglierei questo libro… a chi cerca un romanzo per sorridere e sognare, scritto con il cuore, che merita sicuramente una chance…ma soprattutto lo consiglio vivamente a chi è in cerca di un racconto alternativo, dai risvolti originali e a dir poco sorprendente…uno di quei libri che disarmano per la loro incredibile eccentricità! 🙂 
      Vi lascio un’ultima citazione dall’opera prima di salutarvi che spero faccia breccia nei vostri cuori di lettori, oltre a darvi un’idea delle grandi capacità dell’autore! 😉
     

    «Quando vedi una disgrazia attraverso il filtro di uno schermo, le
    facce delle persone, le loro lacrime, sembrano così distanti da te,
    come se non ti appartenessero. Ma, se rifletti un attimo, quella
    gente è tutta figlia della tua stessa terra, vive sotto il tuo stesso cielo.
    Tutte queste vicende fanno parte, ormai, del nostro dna, nessuno
    deve esserne immune, perché tutte queste storie, lontane magari
    chilometri e chilometri dalla nostre vite tranquille, non sono le storie
    di “qualcun altro”: queste storie sono anche le nostre storie.
    E fate bene attenzione che non è un terremoto che uccide un
    popolo. Un popolo viene ucciso quando la sua storia viene
    dimenticata. E per far che ciò non accada mai, continuate sempre
    a raccontarla.»

     

    Adesso però vi saluto e spero che magari oggi, in metro, sul pullman o ovunque abbiate un paio di minuti di tempo libero, possiate fare un salto a leggere questa meraviglia che è per nostra fortuna ancora gratuita su Wattpad, ma che spero caldamente di vedere in libreria un giorno, e di poter comprare per aggiungerla alla libreria dei miei libri “preziosi”! 🙂
      – Franci

  • Potrebbero anche interessarti

    7 Commento

  • Rispondi MariaT CapitoloZeroBlog 26 Settembre 2016 at 12:42

    Ciao! Marco Chiaravalle è fenomenale, ho letto questo suo gioiellino qualche settimana fa e l'ho adorato..spero anche io di vederlo presto in libreria *_*

  • Rispondi Ely 26 Settembre 2016 at 14:16

    Francesca che tesoro, grazie grazie grazie per avermi seguita in questa lettura. Proprio come hai detto tu ne sono rimasta colpita, non mi aspettavo minimamente ciò che mi sono ritrovata davanti, una gemma preziosa ed io spero con tutto il cuore che i talenti naturali come il Chiaravalle verranno prestissimo valorizzati, questo libro merita un posto di prim'ordine in libreria! Visto che "Scusate…." a quanto ho capito farà parte di una trilogia spero che l'autore ci dirà qualcosa in più sul destino del protagonista. Ok forse il prossimo romanzo avrà altri personaggi però chissà una capatina Marco potrebbe farla (Chiaravalle se leggi il mio commento please pensaci perchè al Bandini anche io mi sono affezionata xD. Tutto questo per dirti che di questo autore voglio sentirne ancora parlare eccome! Sono felicissima Francy che ti abbia colpita proprio come è successo a me e ti ringrazio per aver dato fiducia il primis ed indiscutibilmente a Marco ed un pochettino anche a me ^_^ stra complimentissimi per questa bellissima recensione piena di cuore <3 un abbraccione!

    • Rispondi Francesca Verde 26 Settembre 2016 at 20:44

      Ciao ELy! 😀
      Grazie a te per avermelo fatto conoscere…incrociamo tutti le dita per lui, chissà che finalmente le ce non prendano in considerazione un VERO successo di wattpad e non come gli ultimi due che ho letto, sembra abbiano pescato a caso per portare una nuova storia in libreria, senza alcun criterio di merito! ç_ç

      Ad ogni modo un grosso in bocca al lupo a Marco e grazie infinite per avermi convinta! 😉

    • Rispondi Marcomastermind 8 Ottobre 2016 at 20:51

      Grazie di cuore anche a te, Ely. P.s. per Bandini ti ho risposto giù =)

  • Rispondi Marcomastermind 8 Ottobre 2016 at 20:38

    Grazie infinite di cuore per le bellissime parole che hai dedicato al mio libro, Francesca ^^. Purtroppo ti avverto che, se leggerai altri miei libri in futuro, i finali sono tutti un po' "bastardi" (chi più chi meno) E qua rispondo anche ad Ely dicendole che Bandini non ricomparirà su nessuno dei tre libri ma non è detto che, in un futuro lontano, una capatina la rifarà (ma qui lo dico e qui lo nego, anche perché ho così tante idee in testa che anche se potessi campare grazie alla scrittura, dedicandomi ad essa tutto il giorno, ci sarebbero così tanti personaggi che vorrebbero uscire dalla mia testa che non so se riuscirei a riprenderlo.) Sono felice che ti sia piaciuto e ti ringrazio molto per la passione con la quale lo hai letto. =)

  • Lascia un commento