Libri, Libretti, Libracci
  • A caso

    I nostri cuori chimici – Krystal Sutherland

    Buongiorno lettori! 🙂 Ultimamente sto recuperando un po’ le recensioni arretrate e in questo post vi parlo de I nostri cuori chimici, di Krystal Sutherland, uno young adult dolce amaro che è uscito nelle librerie recentemente e che volevo leggere da un po’..ve ne avevo parlato in questo post, ma adesso vi lascio la mia recensione! 🙂
    Titolo: I nostri cuori chimici
    Autore: Krystal Sutherland
    Editore: Rizzoli
    Data di uscita: 15 Novembre 2016
    Pagine: 360
    Brossura: 15,00 €
    KRYSTAL SUTHERLAND è nata e cresciuta a Townsville, in Australia. Dopo il diploma, ha vissuto a Sydney, Amsterdam e Hong Kong. I nostri cuori chimici è il suo primo romanzo.

    TRAMA Henry Page, 17 anni, è l’ultimo dei romantici, da sempre all’inseguimento del grande amore. E forse proprio per questo, non si è mai innamorato. Ma un giorno in classe arriva Grace Town, e tutto cambia. Grace cammina aiutandosi con un bastone, porta vestiti troppo grandi per lei, ha sempre lo sguardo basso. Henry se la ritrova accanto nella redazione del giornale della scuola, e presto ne rimane incantato. Grace ha ovviamente qualcosa di spezzato, ma questo non fa che attirare Henry, convinto di poterle ridonare quel sorriso che fino a pochi mesi prima era una sua quotidiana compagnia. Ma forse ciò che è spezzato non sempre si può riparare, e il grande amore è più amaro di quanto i romantici credano.


    “Ma l’amore è scienza. Voglio dire, si tratta solo di una reazione chimica nel cervello. A volte la reazione dura una vita, ripetendosi costantemente. Altre no. Altre si trasforma in una supernova e inizia a spegnersi. Siamo solo dei cuori chimici.”

    Avevo adocchiato questo libro tempo fa e quando ne ho letto della pubblicazione in italiano non ho resistito, ho dovuto subito procurarmene una copia per confermare o smentire le opinioni che avevo letto su Goodreads. Ebbene, forse avevo troppe aspettative, ma non mi ha particolarmente colpita, seppure mi ha molto emozionata.

    A mio parere è un libro molto semplice, emozionante, ma sempre uno young adult non troppo complesso. Mi è piaciuto però come la semplicità fosse arricchita da una voce narrante ironica e divertente, quella del protagonista Henry Page che con la sua ingenuità e la sua goffaggine mi ha strappato più di un sorriso, per non parlare dello scambio di battute tra lui e Grace molto particolari, con riferimenti al “mondo nerd” che non guastano mai.

    Parlando di Henry, inizialmente non mi ha molto entusiasmato come protagonista, ma poi ha iniziato a farmi tenerezzaanche se in certi momenti avrei comunque voluto prenderlo a schiaffi, eh – e mi è piaciuta molto la sua visione dell’amore, quasi fosse un eterno sognatore, tanto preso dai suoi ideali da non riuscire quasi a cogliere la realtà.

    Grace al contrario mi ha conquistata sin da subito, è un personaggio che non si dimentica, una presenza forte e magnetica. Con un recente passato drammatico alle spalle, mi è sembrata però sfruttata male, o meglio, come se l’autrice avesse paura a farci conoscere qualcosa di più, a scavare nella sua sofferenza. Mi sarebbe tanto piaciuto leggere alcune parti raccontate da lei, anzi che da Henry, sarebbe stato interessante.

    Ma il racconto di Henry è quello di una storia fatta di prime volte: i primi pensieri d’amore, il primo amore, persino le prime delusioni. I nostri cuori chimici è un libro che nella sua semplicità sprigiona una dolcezza infinita, una storia che non può che far ridere, piangere, ridere e piangere in un arcobaleno di emozioni che tocca le più varie sfumature.

    Il finale mi è piaciuto, temevo una specie di happy ending forzato e invece l’autrice ha fatto la scelta migliore, rendendo tutto più reale, più coerente, e direi che proprio per questa scelta ho deciso di mettere un mezzo punto in più e la mia valutazione per I nostri cuori chimici è di 3.5/5

    Consiglierei questo libro a…dei giovani lettori sui 15/16 anni in quanto credo sia un bellissimo romanzo di formazione, che merita di essere letto, vissuto e amato, ma nel giusto momento. Nonostante ci ostiniamo a leggere young adult, noi over20 dovremmo proprio rinunciarvi..o forse dovrei convincermi io a farlo! ç_ç


    P.S.: Se volete potete leggerne un estratto nel Teaser Tuesday#61…Buona lettura! 😉

    Adesso vi saluto, così prima di iniziare la mia lunga giornata di ripasso pre-esame mi godo un bell’episodio della prima stagione di Una mamma per amica…essì, dopo la maratona del revival su netflix, non ho resistito e ho ripreso daccapo l’intera serie e devo dire che mi mancava tutto quel parlare e poi rivederlo “da grande” è tutta un’altra cosa! *-*
    Confessioni a parte, vi auguro una buona giornata e spero davvero di avere le forze e i neuroni per scrivere altro più tardi, ma dubito! ç_ç

  • Potrebbero anche interessarti

    10 Commento

  • Rispondi Anonimo 30 Novembre 2016 at 13:35

    Io continuo ad amare alcuni ya, altri sono semplicemente libri superficiali. Così come ce ne sono per gli adulti e così via.
    Per esempio hanno messo questo libro in età consigliata di dieci anni XD La mia faccia quando l'ho visto era assurda

    • Rispondi Francesca Verde 3 Dicembre 2016 at 00:21

      Immagino una mamma che lo compra alla figlia..mah a volte i librai non sono proprio informati! -.-''

  • Rispondi Mjchela Reader 30 Novembre 2016 at 18:53

    Ciao Franci! 🙂
    Io ancora non ho letto questo libro, ma la trama sembra rispettare le mie corde. Spero di non sopravvalutarlo! Non vorrei farmi troppe aspettative e rimanerne, poi, delusa

    • Rispondi Francesca Verde 3 Dicembre 2016 at 00:21

      Eh, a me forse è successo questo, ma senza aspettative vedrai che sarà una lettura che ti conquisterà..è davvero un uragano di emozioni! 🙂

  • Rispondi Susy 10 Dicembre 2016 at 16:34

    Questo libro mi ispira molto, la tua recensione mi ha chiarito ancora di più le idee

  • Rispondi Leen Williams 12 Dicembre 2016 at 11:32

    Ciao Franci!
    Finalmente trovo qualcuno altro che ha adorato Grace. Ultimamente ho letto solo pareri negativi su di lei e su come ha reagito a ciò che le é successo.. ed io non capisco.

    • Rispondi Francesca Verde 14 Dicembre 2016 at 15:25

      Ciao Leen! ^^ In effetti sei la prima a confermare la mia opinione..forse siamo strane noi, ma nemmeno io capisco questa avversione per Grace! o.o

  • Rispondi Sara - Milioni Di Particelle Blog - 28 Aprile 2017 at 09:58

    Io l'ho adorato. Quando un libro ti lascia dentro quel groppo allo stomaco, malinconia (emozioni insomma) vuol dire che ha fatto il suo lavoro.
    🙂

    • Rispondi Francesca Verde 1 Maggio 2017 at 20:12

      Io forse mi aspettavo troppo o forse devo smetterla con gli YA, è un bel libro ma non sono proprio riuscita ad apprezzarlo appieno! 🙁

    Lascia un commento