Libri, Libretti, Libracci
  • A caso

    Recensione | Three Dark Crowns – Kendare Blake

    Buonasera lettori! ^^ Oggi arriva sul blog la prima recensione dell’anno e il libro di cui vi parlo è Three Dark Crowns, di Kendare Blake, autrice di Anna vestita di sangue. Primo libro di una duologia fantasy, Three Dark Crowns è un crescendo di azione ed emozione che alla fine adorerete…ma prima che mi perda in chiacchiere, ecco la scheda del libro, finora inedito in italia.

    Titolo: Three Dark Crowns
    Autore: Kendare Blake
    Editore: HarperTeen
    Data di uscita: 20 Settembre 2016
    Pagine: 416

    KENDARE BLAKE adottata all’età di sette mesi, arrivò nella cittadina di Cambridge, nel Minnesota, dalla Corea del Sud. Si è laureata negli USA e ha conseguito un master in Scrittura Creativa presso l’università di Middlesex, a Londra. Il suo sito web è www.kendareblake.com

    TRAMA (tradotta da me) Ad ogni nuova generazione sull’isola di Fennbirn, nascono tre gemelle: tre regine, tutte eredi alla corona e ognuna di loro è in possesso di un ambito potere magico. Mirabella è una fiera Elementare, in grado di dar vita ad ardenti fiamme o terrificanti temporali al solo schioccare delle sue dita. Katharine è un Avvelenatrice, colei che può ingerire veleni mortali senza nemmeno un mal di stomaco. Arsinoe, una Naturalista, si dice che abbia la capacità di far fiorire la più rossa delle rose e controllare il più feroce dei leoni. Ma diventare l’unica Regina non è solo una questione di stirpe reale. Ognuna delle tre sorelle dovrà combattere per esserlo. E non è solo un gioco in cui si vince o si perde…è vita, o morte. La notte in cui le sorelle compiranno sedici anni, la battaglia avrà inizio.

    Ho iniziato a leggere questo libro per il book club The Reader’s Nest con estremo entusiasmo che si è subito però affievolito ritrovandomi di fronte ad un incipit lento, poco chiaro e un po’ caotico. I primi dieci capitoli circa sembrano infiniti e ammetto di aver più volte pensato di abbandonare la lettura, seppur la trama prospettava una lettura intrigante.

    Fortunatamente, i capitoli dapprima estremamente lunghi sono andati accorciandosi da metà volume in poi, rendendo la lettura più scorrevole, oltre che più completa. Infatti se all’inizio il contesto non è poi così chiaro e l’autrice da per scontate molte spiegazioni, pian piano tutto diventa sempre più comprensibile, sino ad arrivare a non aver più problemi a riguardo.
    Tuttavia non si rischia mai di cadere in situazioni banali perchè la trama stessa è ricca di colpi di scena, momenti imprevedibili e soprattutto personaggi che non annoiano mai, partendo dalle tre regine a quelli di minor importanza. 
    Le tre sorelle sono tre persone molto differenti tra loro, ognuna con un suo potere e una sua personalità abbastanza chiara.

    Katharine ha il potere di essere immune ai veleni, un potere davvero incredibile che però stenta a controllare. Lei è tra le tre quella che meno mi è piaciuta, mi è parsa un personaggio debole, dalla volontà malleabile e sopratutto credo non le sia stato dato lo spazio che hanno avuto invece Mirabella ed Arsinoe nel corso del volume. Anche la sua storia con l’affascinante Pietyr ha radici poco solide, o così sembra, diventando man mano sempre più morbosa senza un vero perchè e cadendo poi nell’incomprensibile nel sorprendente finale. Non è la mia regina preferita, ma certo avrei voluto capire meglio sia lei che tutto il contesto che le orbita attorno.

    “I am your servant,” he answers, and touches her cheek. “I am your slave. I am here to make sure every one of the suitors does not think of either of your sisters before they think of you.”

    Un po’ di più mi è piaciuta Mirabella che mi è sembrata più consistente come personaggio e meno superficiale, sempre con i suoi difettucci eh. La splendente Mirabella ha il potere di governare gli elementi e a dispetto delle sorelle sembra avere un bel vantaggio “sull’opinione pubblica”. Supportata dal Tempio infatti, è quella che più è stata in grado di affascinare il popolo e ottenere nel tempo la fama della più abile delle tre sorelle oltre che la prediletta ad essere incoronata. Mi è piaciuta in parte come personaggio, infatti se inizialmente lascia che sia il Tempio a decidere le sue mosse, è la prima ad avere un piglio di ribellione fuggendo dai suoi doveri e dalle regole per incontrare le sorelle. C’è da dire però che è anche l’unica a vittimizzarsi e mi è parsa sempre più antipatica nel corso della storia per il suo lato troppo legato a quei valori morali che la rendono superficialmente cieca di fronte alle più ovvie situazioni. Sicuramente un personaggio ben delineato, ma non proprio il mio preferito. ç_ç

    “The sisters she loved at the Black Cottage are gone. Arsinoe saw her chance and she took it. So next time, Mirabella will take hers aswell.”

    Arsinoe è invece completamente diversa da entrambe le sorelle, infatti essendo cresciuta in modo più spartano e differente è un personaggio che si fa amare per la sua spontaneità, per la sua tempra e per il suo carattere che la fanno sembrare forte nonostante le situazioni avverse. Ho adorato il fatto che abbia dei veri amici e soprattutto una specie di famiglia alle spalle, mi è piaciuta questa sua libertà che la rende quasi estranea al gioco perverso della corona, seppur alla fine è l’unica per cui sono riuscita a tifare..negli ultimi capitoli inizia a mettersi in gioco davvero e a dimostrare di essere l’unica delle tre a ragionare con una qualsiasi logica.

    “Her whole life they have thought her a failure, yet at the first hint of hope, they move to follow her, as if it is what they wanted all along.Perhaps it was.”

    #teamArsinoe

    E con questo ho detto tutto.

    No, ok, c’è ancora molto da dire, per esempio ho accennato poco al lato “amoroso” della storia che è sì del tutto banale e poco rilevante, ma credo che visti gli intrighi sarà una parte importante del secondo libro. Tuttavia mi è molto piaciuto che le lovestory fossero messe in secondo piano, come il fatto che non ci sono figure di spicco maschili. Three Dark Crowns è una storia incentrata sulle donne e sul potere, un libro che ho amato alla follia sotto questo punto di vista.

    Altri aspetti interessanti vengono man mano col procedere della storia e non mancano infatti colpi di scena e situazioni sorprendenti, ma soprattutto l’intreccio della trama è sempre più intrigante e complicato, sino ad arrivare ad un finale che sorprende e non sorprende, ma che merita di essere letto nonostante l’inizio della storia un po’ lento! Nelle ultime pagine, l’autrice sembra scombussolare il “feng shui” della trama con un colpo di scena che si poteva però immaginare dall’inizio, anche se personalmente me lo ero immaginato più drammatico..! ^^’ Ma assolutamente un cliffhanger meraviglioso che mi ha fatto correre subito al computer per cercare il seguito che purtroppo non è ancora stato pubblicato..! ç_ç

    Non è una recensione molto lineare, e forse non è nemmeno troppo chiara, ma ci ho messo talmente tanto a definire cosa esattamente è questo libro che mi sono persa in mille congetture..alla fine ho deciso di pubblicarla così com’era, sperando che possiate trarne un’opinione che vi incoraggi a leggerlo! 😉

    La mia valutazione è sicuramente positiva, ma quell’inizio mi ha un po’ frenata quindi darò un 4/5 a Three Dark Crowns, un meraviglioso fantasy che rivoluziona l’idea di regina e che non possiamo far altro che sperare arrivi anche qui da noi! ❤

    Consiglierei questo libro…a chi è in cerca di un fantasy young adult capace di sorprendere ed ammaliare, una perla tutta al femminile che merita di essere letta e soprattutto vissuta, tifando e sospirando per l’una o per l’altra regina.


    Come già detto, quella di Three Dark Crowns è una duologia fantasy che si compone quindi di due volumi:

    1. Three Dark Crowns
    2. One Dark Throne
    Entrambi inediti in Italia, ma del secondo è addirittura un mistero la cover quindi c’è tempo per vederli anche sui nostri scaffali. Sul secondo volume ho parecchie teorie, ma nessuna trova un senso alla mancanza di un terzo libro perchè davvero non so come farà a concludersi la storia..o sarà un mattone da 600 pagine, o si rischia di trovarsi un finale arrabattato e tirato fuori da un cilindro! Mah, vedremo..! U_U

    Per chi lo ha già letto sono super curiosa di conoscere la regina che sperate di vedere sul trono in One Dark Throne, altrimenti spero di avervi convinti a leggerlo e in quel caso aspetterò i vostri fangirlaggi qui sotto! 😉

  • Potrebbero anche interessarti

    6 Commento

  • Rispondi Bookland: viaggiando tra i libri 9 Gennaio 2017 at 22:37

    recensione interessante! Sono alla ricerca di libri diversi da leggere in inglese… mi segno questo titolo così posso valutarlo 😉

    • Rispondi Francesca Verde 10 Gennaio 2017 at 20:43

      Personalmente te lo consiglio: anche se ci vuole un po' di pazienza nella prima parte, ti assicuro che poi ne vale la pena! 🙂

  • Rispondi Leen Williams 10 Gennaio 2017 at 13:12

    Sarà anche una recensione un po' così, ma a me è piaciuta moltissimo e mi ha fatto venire ancora più voglia – come se già tu e Camilla non me la aveste fatta venire – di leggere il romanzo!
    Sarà senz'altro una delle letture di questa prima metà del 2017, devo solo scegliere quale cartaceo comprare xD

    • Rispondi Francesca Verde 10 Gennaio 2017 at 20:47

      Ahaha.. bene bene, vedremo poi per chi tiferai! 😉
      Io alla fine ho optato per il tascabile perchè costava meno e non potevo spendere troppo, poi per l'edizione mi è piaciuta questa con le tre corone anzi che la nuova con una corona sola..a doverlo ricompare però prenderei direttamente l'edizione rilegata, ne val proprio la pena! U_U

  • Rispondi Anonimo 10 Gennaio 2017 at 13:24

    Anche io non ho idea di come andrà col secondo. Pensavo che fosse una trilogia, e il sapere che è una duologia …. io non so cosa accadrà. Le love story personalmente non le ho amate molte, tranne quella iniziale fra Jules e Joseph, perché si conoscevano già prima ed è stato più facile adattarsi. Ma poi… >-> Mirabella cade in basso e pure facilmente.

    • Rispondi Francesca Verde 10 Gennaio 2017 at 20:49

      Mirabella cade troppo in basso..sono rimasta scioccata..quando ha detto "aveva gli occhi come una tempesta e il profilo affilato.." credevo fosse solo una coincidenza o una qualche fissa dell'autrice, e invece..! ç_ç
      Comunque dai, io sono fiduciosa: arriverà presto anche il sequel! *-*

    Lascia un commento