Libri, Libretti, Libracci
  • A caso

    Recensione | Sleeping Beauties – Stephen e Owen King

    Buongiorno Readers! Oggi vi parlo di Sleeping Beauties, romanzo di Stephen ed Owen King che ho letto questo mese passato con il Rainbow Book Club. Una storia intrigante e affascinante che mi ha perΓ² un po’ lasciata perplessa.

    Il libro scritto a quattro mani dai due King Γ¨ in effetti molto intrigante, l’inizio Γ¨ molto lento ma poi prende il via e allora ecco che inizia ad essere piΓΉ scorrevole…l’unico difetto? Ve ne parlo appena dopo la scheda libro! πŸ™‚



    Titolo: Sleeping Beauties
    Autore: Stephen e Owen King
    Editore: Sperling & Kupfer
    Data di uscita: 21 Novembre 2017
    Pagine: 652
    Cartaceo: 21.90 € (Link Amazon)
    E-book: 10.99 € (Link Amazon)

    STEPHEN KING vive e lavora nel Maine con la moglie Tabitha. Le sue storie sono clamorosi bestseller che hanno venduto centinaia di milioni di copie in tutto il mondo e hanno ispirato registi famosi come Brian De Palma, Stanley Kubrick, Rob Reiner e Frank Darabont. 
    OWEN KING nato a Bangor nel 1977, Γ¨ il figlio minore di Stephen King. Autore di due raccolte di racconti (la prima delle quali pubblicata da Frassinelli con il titolo Siamo tutti nella stessa barca) e di un romanzo, ha ricevuto diversi premi letterari per il suo lavoro. È sposato con la scrittrice Kelly Braffet.

    TRAMA In un futuro tanto reale e vicino da assomigliare al presente, quando le donne si addormentano accade qualcosa di inquietante: attorno al loro corpo si forma uno strano involucro, bozzolo e scrigno allo stesso tempo. Se qualcuno le sveglia, se l’involucro viene violato, le donne diventano feroci e spaventosamente violente. Ma se le si lascia dormire, entrano in un mondo nuovo. Un altro mondo.

    Entrambi gli autori di questo romanzo sono ben rodati al mondo letterario, Sleeping Beauties non Γ¨ certo la loro prima opera e soprattutto dal Re mi aspettavo davvero un grande romanzo, in particolare viste le intriganti premesse. Eppure, non c’Γ¨ stato verso di farmi adorare questa storia, un libro dalla trama meravigliosa, rovinato perΓ² da quello stile fin troppo prolisso, da quelle interminabili digressioni e dalla incredibile quantitΓ  di personaggi. Non che non mi sia piaciuto, ho adorato il finale e i colpi di scena posti al momento giusto, eppure c’Γ¨ stato qualcosa che non ha fatto scattare la scintilla. 
    Intriganti i presupposti quindi, ben delineate le decine di personaggi protagonisti e meraviglioso il finale. Ma essenzialmente mi Γ¨ sembrato dispersivo, una storia splendida tirata fin troppo per le lunghe, particolareggiata nei minimi particolari, con davvero poco spazio per i momenti clou e per quelle scene che hanno tenuto viva l’attenzione nel corso della lettura.
    I colpi di scena ben dosati e l’originalitΓ  dell’idea di fondo hanno in effetti aiutato a rendere scorrevole la lettura e mi hanno lasciato qualche spunto di riflessione. In particolare per l’intero romanzo ho notato il comportamento descritto nelle due realtΓ  parallele e mi sono piΓΉ volte posta la domanda su quale dei due generi possa vivere senza l’altro.

    C’erano donne cattive e uomini cattivi; se esisteva qualcuno con il pieno diritto di affermarlo, quel qualcuno era Lila, che aveva arrestato parecchi di entrambi. Ma gli uomini si battevano e uccidevano di piΓΉ. Ecco perchΓ© non c’era mai stata paritΓ . I due sessi non erano pericolosi allo stesso modo.

    La veritΓ  Γ¨ che uomo e donna non possono esistere l’uno senza l’altro – al di lΓ  degli aspetti tecnici – e i due autori portano questa teoria sino alla fine con un epilogo, come ho detto, all’altezza delle aspettative. Sorprendente e piΓΉ intenso rispetto al resto del romanzo che avrebbe potuto essere molto piΓΉ conciso senza perdere la sua forza narrativa.

    A favore dello stile prolisso c’Γ¨ perΓ² da dire che non Γ¨ facile distinguere la differenza tra una penna e l’altra, gli stili dei due autori sono ben mescolati ed equilibrati. Inoltre, l’ambientazione trae beneficio proprio dalle particolareggiate descrizioni che delineano un mondo capovolto, macabro e inquietante, disperato mi verrebbe da dire ed Γ¨ un aspetto che ho molto apprezzato perchΓ¨ ha reso piΓΉ viva la storia stessa.
    Una lettura che ho proposto io stessa per il Rainbow Book Club e che forse proprio grazie alla lettura di gruppo sono riuscita a concludere e ad apprezzare un po’ di piΓΉ, ma che non mi ha ancora del tutto convinta. Proprio per questo vorrei rileggerlo con calma piΓΉ avanti, ma al momento la mia valutazione Γ¨ un neutro 3/5, un voto medio per un libro di cui ho apprezzato la trama, ma che non ha saputo coinvolgermi dal punto di vista stilistico.
    Consiglierei questo libro…a chi Γ¨ in cerca di una storia intrigante e particolareggiata al contempo, ricca di colpi di scena ma scritta con uno stile che lascia tutto il tempo di digerire le inquietanti atmosfere e le riflessioni che suscita.


    Una lettura appassionante e coinvolgente che mi Γ¨ dispiaciuto non riuscire ad apprezzare sino in fondo e che spero un giorno di riuscire a farlo. Voi lo avete letto? Che ne pensate?

    Aspetto i vostri commenti e le vostre opinioni, fatemi sapere se lo leggerete o se siete giΓ  inciampati in questo thriller molto particolare.

  • Potrebbero anche interessarti

    5 Commento

  • Rispondi Rosaria Sgarlata 28 Febbraio 2018 at 13:46

    La sintesi non Γ¨ un dono della famiglia King, su questo siamo d'accordo. Nel complesso perΓ² Γ¨ un libro interessante.

    • Rispondi Francesca Verde 1 Marzo 2018 at 15:29

      Ciao Rosy! Sono d'accordo, c'Γ¨ da dire che mi ero fatta aspettative stellari, eh..perΓ² mi ha un po' delusa! πŸ™

  • Rispondi **claudia90** 28 Febbraio 2018 at 17:30

    Ciao, non so se l'hai giΓ  ricevuta, ma ti nomino per il Blogger Recognition Award. Passa da me per le regole. Baci πŸ™‚

  • Rispondi un libro e una tazza di tΓ¨ 1 Marzo 2018 at 15:05

    "un libro dalla trama meravigliosa, rovinato perΓ² da quello stile fin troppo prolisso, da quelle interminabili digressioni e dalla incredibile quantitΓ  di personaggi". Concordo in pieno ed Γ¨ quello che direi della maggior parte dei romanzi di King che perΓ² continuano ad affollare la mia libreria.

    • Rispondi Francesca Verde 1 Marzo 2018 at 15:31

      Ahah…eh sΓ¬, in effetti non Γ¨ la prima volta che noto questo "difetto" in King…perΓ² le trame sono cosΓ¬ intriganti che in qualche modo si tira sino al finale! ^^'

    Lascia un commento