Libri, Libretti, Libracci
  • A caso

    Recensione | La teoria imperfetta dell’amore – Julie Buxbaum

    Buongiorno lettori! Il blog tour dedicato a La teoria imperfetta dell’amore è ormai terminato e oggi per chiudere in bellezza arrivano le recensioni dei blog partecipanti, sparse durante la giornata. Tutte meravigliosamente positive, perchè il libro di Julie Buxbaum ci ha conquistate, a dispetto dei gusti personali e delle aspettative, è stato capace di coinvolgere ognuna di noi…

    In effetti è un libro che arriva dritto al cuore, ammalia e conquista con quella sua dolce ingenuità e l’inaspettato arrovellarsi di pensieri e riflessioni. Ma andiamo dritto al sodo, ecco quindi la mia recensione subito dopo la scheda libro! 🙂

    Titolo: La teoria imperfetta dell’amore
    Autore: Julie Buxbaum
    Editore: DeAgostini
    Data di uscita: 4 Settembre 2018
    Pagine: 380
    Rilegato: 14.90 € E. book: 6.99 €
    Dove comprarlo: AmazonIBS

    JULIE BUXBAUM è un’autrice bestseller internazionale e i suoi lavori sono stati tradotti in venticinque lingue. Vive a Los Angeles con il marito e i loro due figli. Con DeA Planeta Libri ha pubblicato Dimmi Tre Segreti e La teoria imperfetta dell’amore. Potete trovare Julie online all’indirizzo juliebuxbaum.com e seguirla su Twitter @juliebux.

    SINOSSI Da quando suo padre è morto in un incidente d’auto, Kit non è più la stessa. Non ha più voglia di ridere, scherzare o confidarsi con le amiche di sempre. L’unica cosa che desidera è chiudere fuori il mondo intero. Per questo decide di lasciare il tavolo affollato a cui si siede ogni giorno in mensa e prendere posto a quello di David. David, che ha la sindrome di Asperger e non parla mai con nessuno. David, che odia il mondo e ama la scienza. I due non potrebbero essere più diversi, ma lentamente quei pranzi in solitudine diventano un appuntamento fisso, atteso. Tra sguardi e parole sussurrate, Kit e David imparano a essere amici, e forse qualcosa di più. Sarà proprio lui a ricomporre i pezzi del cuore infranto di Kit. E sarà lei ad aiutare il ragazzo ad affrontare sé stesso e gli altri. Ma quando le cose si complicano per davvero, il sentimento che li lega sarà abbastanza forte per salvare entrambi?

    Negli scorsi giorni vi avevo già parlato di questo libro, elogiandolo in ogni modo possibile, e se siete curiosi di scoprire il mio approfondimento trovate la mia tappa del blogtour cliccando QUI. Quella che vi ho presentato in quel post è una riflessione sulla diversità, concetto chiave di questa lettura in cui Julie Buxbaum ha fatto un lavoro esemplare nel raccontare con un semplice young adult ogni volto dell’essere diverso e dell’entrare in contatto con il diverso. Questa magia l’ha compiuta attraverso le voci di Kit e David, i due protagonisti che in pochi capitoli hanno iniziato a conoscersi e a divenire l’uno l’ancora dell’altra.
    Kit è una ragazza che ha appena subito un grave lutto, suo padre è infatti deceduto in un incidente d’auto e quell’evento le riempie la mente in ogni istante. La perdita del padre l’ha devastata, e anche se cerca di non mostrarlo, tutto il suo mondo è cambiato. La sua visione stravolta della realtà non le permette più di essere la ragazza spensierata di un tempo, non riesce nemmeno a guardare in volto le sue due migliori amiche, a ridere e scherzare con loro. Ed è proprio per questo motivo che un giorno decide di sedersi al tavolo di David, il ragazzo strano che non parla mai con nessuno.

    Ed ecco che si scopre che il dolore non solo trasforma il tempo, ma anche lo spazio. In qualche modo aumenta la distanza tra te e gli altri.

    David è strano, è vero, ma questa sua stranezza deriva dall’autismo che definisce e storpia ogni sua visione del mondo. Tra lui e la realtà è come se ci fosse un vetro e nonostante veda i fatti, non riesce mai a comprendere davvero le situazioni e le sensazioni che percepisce o che non riesce a captare. La sua dolce ingenuità è fonte di scherzi da parte degli altri e di derisione. In realtà, i capitoli in cui era la sua voce a narrare gli eventi sono stati i più interessanti in assoluto, perchè l’autrice ha saputo davvero trasmettere la sua visione del mondo altrimenti incomprensibile per il lettore.
    L’incontro tra i due protagonisti dà il via ad una sorta di dipendenza, ognuno dei due attirato da quella sensazione di novità e sintonia. La schiettezza di David è quasi disarmante per Kit e subito lui diventa per lei l’unica persona con cui ha senso parlare. I loro momenti sono meravigliosamente dolci e crudi, la loro amicizia si basa sulla sincerità e proprio per questo i dialoghi sono a dir poco sorprendenti.

    Parlare con David Drucker è così. Si va dritto al punto. Non importa se siamo in una farmacia, circondati da assorbenti e creme per bruciori intimi. Siamo buoni compagni di conversazione, credo: io ho dimenticato l’arte delle chiacchiere inutili fatte per riempire i silenzi e lui non l’ha mai imparata.

    Non conoscevo Julie Buxbaum, ma ho trovato il suo stile decisamente scorrevole e devo dire che è stata anche molto brava a definire le due voci dei protagonisti narranti. Ognuno dei due protagonisti ha infatti un suo modo di narrare particolarmente definito e riconoscibile e adoro quando un personaggio è esplorato a 360°, in una completezza che lo rende a dir poco reale.
    E in effetti sarà difficile per me dimenticare Kit e David, il loro particolare rapporto e le sfide che con loro ho superato nel corso di queste trecentottanta pagine. Per i suoi protagonisti e per la storia tanto coinvolgente, La teoria imperfetta dell’amore rimarrà per sempre nel mio cuore di lettrice, sicuramente nonostante la DeA ci abbia fornito la copia digitale per la recensione, comprerò a breve il cartaceo perchè un libro così è da leggere e rileggere.
    Se ancora non si fosse capito, la mia valutazione per questo romanzo è un pieno 5/5, forse il libro più bello che ho letto quest’anno in assoluto. Una storia piena di emozioni, sensazioni nuove e dialoghi emozionanti, ironica per certi versi e profonda per altri, un’avventura librosa insomma da non dimenticare e da adorare nella sua semplicità.
    Consiglierei questo libro…sicuramente ad un pubblico giovane, in grado di immedesimarsi fortemente nei protagonisti, ma anche ai lettori più maturi, perchè i due punti di vista che si alternano nel corso della storia sono in grado di scatenare riflessioni e pensieri per ogni età.


    Ed ora vi saluto, ma se ancora non lo avete fatto, vi consiglio di dare uno sguardo alle tappe del blogtour che ci hanno accompagnati negli scorsi giorni, ricchi di approfondimenti e di contenuti riguardo questo meraviglioso libro…vi lascio il calendario per andare a scovarli più velocemente! 😉


  • Potrebbero anche interessarti

    13 Commento

  • Rispondi CHIARA ROPOLO 12 Settembre 2018 at 11:30

    Anche io ho adorato questo libro e lo sto consigliando a tutti

  • Rispondi Susy 12 Settembre 2018 at 13:35

    Prima di tutto ancora complimenti per il bellissimo banner e poi mi trovo daccordissimo con te questo libro è davvero da leggere

    • Rispondi Francesca Verde 16 Settembre 2018 at 08:06

      Grazie Susy! ♥ Sembro un po' pazza, ma lo sto consigliando a tutti, mi è davvero piaciuto molto, e sapere che anche tutte voi lo avete amato conferma il mio entusiasmo! ^^

  • Rispondi Leen Williams 12 Settembre 2018 at 13:58

    Sono contentissima che ti sia piaciuto così tanto e ti seguirò a ruota nel comprarlo cartaceo perché merita di avere un posto in libreria.

  • Rispondi Ely - Il Regno dei Libri 12 Settembre 2018 at 14:45

    Felicissima che ti abbia emozionato tanto questo libro Francy, anche per me credo sarà davvero indimenticabile! <3 ps e ovviamente grazie ancora sia per aver partecipato che per aver creato questo stupendo banner.. sei bravissima! <3

    • Rispondi Francesca Verde 16 Settembre 2018 at 08:07

      Ciao Ely! Grazie a te e Leen per avermi coinvolta, forse non avrei mai scoperto questa meraviglia se non fosse stato per voi! ♥

  • Rispondi Deb LeggendoRomance 12 Settembre 2018 at 16:43

    David è dolcemente ingenuo e arriva dritto al cuore. Questo romanzo ha lasciato a tutte noi un segno e ci ha regalato tante emozioni !

    • Rispondi Francesca Verde 16 Settembre 2018 at 08:08

      Verissimo, è davvero indimenticabile. David poi, come hai detto, è davvero un personaggio incredibile sotto numerosi aspetti! ♥

  • Rispondi AngelTany 15 Settembre 2018 at 15:16

    Si potrebbe scrivere all'infinito sulla diversità e sempre mi fa riflettere sulla società di adesso. L'autrice non si è risparmiata e ci ha fatto emozionare parecchio.

    • Rispondi Francesca Verde 16 Settembre 2018 at 08:09

      Concordo pienamente, l'autrice poi mi ha molto sorpresa e come hai detto è stata veramente capace di manipolare in senso buono le emozioni! 🙂

  • Rispondi Dolci 17 Settembre 2018 at 12:57

    Un libro davvero emozionante e va letto da tutti!

  • Lascia un commento