Libri, Libretti, Libracci
  • Intervista

    Nicholas Maurizio Mercurio

    Buongiorno lettori! Oggi voglio farvi conoscere NICHOLAS MAURIZIO MERCURIO, un giovane autore italiano la cui penna mi ha subito incuriosita, soprattutto le sue storie mi hanno attratta a tal punto da farmi uscire dalla mia comfort zone e invogliarmi a inerpicarmi per un sentiero oscuro e intricato, ovvero quello del dark fantasy.

    Quella che vi propongo è appunto un’intervista, quattro chiacchiere con Nicholas che si è gentilmente prestato a raccontare qualcosa in più sulla sua storia di scrittore e soprattutto sui suoi libri. In totale otto romanzi già pubblicati, cui seguiranno ulteriori libri, perchè questo giovane autore di soli 23 anni sembra non avere limiti in quanto a fantasia, ma lascio che sia lui a raccontarsi…




    INTERVISTA A NICHOLAS MAURIZIO MERCURIO

    Come è nata la tua passione per la scrittura e cosa ti ha fatto decidere di pubblicare le tue opere? Ho sempre amato scrivere fin dall’età di otto anni. Non saprei esattamente dirti com’è nata; so solo quando non riuscivo più soltanto a pensare. Mi era molto complicato parlare perché pensavo che l’immaginazione fosse una cosa strettamente personale. In tal senso non credevo che condividerla in seguito sarebbe stato così meraviglioso. Tuttavia, ricordo che non facevo altro che leggere e scrivere, a dieci anni. Leggevo “Lo Hobbit”, mi avvicinavo ai racconti di Deltora, a quelli di Artemis Fowl e a tanti altri autori che, nel corso degli anni, mi hanno formato.
    Quel che mi ha spinto a pubblicare – e ora me ne rendo conto meglio perché credo di aver raggiunto una buona maturità – è la voglia irrefrenabile di far conoscere i mondi che sto creando ed elaborando a tutti coloro che si avvicinano per la prima volta all’immaginazione o la seguono da anni con autori sicuramente più importanti del sottoscritto.

    La saga dell’ultimo è la tua prima serie dark fantasy, composta da 5 libri: che ne dici di incuriosirci a leggerla con non più di 5 frasi? Non è una storia semplice, quella di Argail di Lytel. L’intera stesura de “La Saga dell’Ultimo” è avvenuta durante un periodo storico che non ci siamo ancora lasciati alle spalle. Ancora oggi tuona la sua furia, con l’odio e il disprezzo. Infatti ne “La Saga dell’Ultimo” il tema del dissenso è stato trattato consapevolmente in maniera tale da far arrivare tutto al lettore, a far riflettere cosa si sta vivendo e perché. Penso che viviamo in una società in cui a volte le persone si sono dimenticate di avere delle coscienze. Hanno accettato di essere automi senza cuore che elaborano pensieri brutali e minati a sconvolgere le esistenze dei più deboli. Il titolo del primo volume de “La Saga dell’Ultimo”, ovvero “Il Signore dei Giusti”, è una provocazione. Esiste qualcuno di giusto, in questo mondo, a combattere per chi è più sfortunato? Sì, ma ciò non è una caratteristica di un singolo individuo.
    Penso alle cooperative, alle organizzazioni umanitarie come “Medici senza Frontiere” o “Emergency”, a chi si batte per l’uguaglianza di genere e all’equità sociale. Abbiamo strumenti meravigliosi con cui possiamo veramente migliorare le vite di chiunque. Basta volerlo.

    Il personaggio di Argail, protagonista de “la saga dell’ultimo”, è ispirato a qualcuno che conosci o è nato tra le pagine, una parola dopo l’altra?  L’origine di Argail risale al 2014, quando pubblicavo un libro che non ebbe così tanto successo. Nacque così, all’improvviso, e con lui le vicende de “La Saga dell’Ultimo”. Fu una sorpresa, una bella sorpresa. Mi ha accompagnato per quasi due anni e mezzo facendomi alzare presto la mattina per scrivere subito qualcosa di lui e il mio mondo che diventava sempre più esteso.
    Ora, a distanza di qualche anno, mi sto affacciando a un nuovo mondo. Ed è bello, tremendamente bello. Forse un po’ più attuale.

    Ogni libro ha una sua morale, una sua linea interpretativa implicita, quale potrebbe essere quella preponderante nei tuoi libri? Sebbene il mondo possa bruciare, ci sarà sempre un fiore che riuscirà a non appassire. Le guerre stravolgono le vite di tutti noi e bruciano ciò che costruiamo. Sai, l’essere umano è un po’ autolesionista; invece di convivere con la bellezza che ha attorno cerca di distruggerla. Ora si discute del clima e del surriscaldamento del pianeta. Sono stati stanziati dei soldi importanti per salvare quello su cui camminiamo. Il tema preponderante dei miei libri è quello di ricordarci che siamo esseri umani, e che è la nostra umanità, a dispetto dell’oscurantismo e della privazione, a poter salvare anche il più piccolo esserino che, in un modo o nell’altro, ricorda un po’ noi.


    Infine, cosa ami maggiormente del genere letterario dark fantasy e perché chi non lo ha mai letto dovrebbe invece avventurarcisi? Io definisco il fantasy un genere che contiene più generi. Esso parla di guerra, di amore, amicizia e odio e paura. Ma non è soltanto questo. L’immaginazione, soprattutto in un periodo in cui è più facile rifugiarsi a volte nel cinismo, riesce a farci apprezzare quello che abbiamo attorno a noi, dalla natura alle persone.
    Chi non lo ha mai letto dovrebbe provare a leggere almeno un libro, poi vedere come va. Ovviamente non mio, ma di chi, a mio avviso, è riuscito a portare il suo messaggio a nuovi lettori.

     

    Per chi fosse curioso, ecco qui un riepilogo delle opere di Nicholas Maurizio Mercurio, in ordine di lettura e suddivise tra La saga dell’ultimoLe Rose di Elgand e La Trilogia delle Ombre.

    LA TRILOGIA DELLE OMBRE 
    1 Il Figlio del Mare | 2 La Guerra dell’Est | 3 Non ancora pubblicato
    LA SAGA DELL’ULTIMO
    1 Il Signore dei Giusti | 2 Il Segno del Corvo | 3 Le Fiamme di Agasor
    4 Lo Spirito di Mervia | 5 Il Tramonto dei Giusti
    LE ROSE DI ELGAND
    1 L’Alba di un Cavaliere | 2 Non ancora pubblicato | 3 Non ancora pubblicato

     

    Ed ora come sempre devo salutarvi, ma vi lascio con un paio di quesiti come incipit per una curiosa discussione…

    COSA NE PENSATE DI QUESTO AUTORE? AVETE LETTO I SUOI LIBRI O LI LEGGERETE?
    CHI DI VOI AMA IL FANTASY E CHI HA LETTO LIBRI DARK FANTASY?

     

    Fatemi sapere, commentando qui sotto e scrivendo la vostra opinione…via alle chiacchiere! 😉

     

  • Potrebbero anche interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento