Libri, Libretti, Libracci
  • A caso

    GDL | Rebel. Il tradimento, discussione CAP 42-50

    Buon pomeriggio lettori! Oggi ho l’onore insieme a Chiara de La lettrice sulle nuvole di concludere il GDL dedicato a Rebel. IL TRADIMENTO, secondo volume della trilogia Rebel of the Sands.

    Libro che si è rivelato anche meglio del precedente, ma non divaghiamo andando sul generico perché oggi discutiamo i capitoli da 42 a 50, quindi…ATTENZIONE AGLI SPOILERS!

    Questi ultimi 8 capitoli sono stati fuoco e fiamme, dalla prima parola all’ultima. Le emozioni si sono accavallate, attorcigliate e Alwyn Hamilton ha giocato con noi lettori, ma soprattutto con le vite dei nostri adorati ribelli.

    La proposta di Lord Balil è stata accantonata un po’ troppo in fretta, ma d’altronde i ribelli non avrebbero mai potuto fare una scelta coerente con la filosofia del nemico. Sarebbe stato facile accettare di far sposare a Lord Balil Amani o Delila, prendersi l’esercito e marciare sul palazzo del Sultano, ma come avrebbe potuto a quel punto Ahmed dimostrarsi differente da suo padre? Naturalmente sarebbe stata una scelta banale e poco coerente, sebbene avrei davvero voluto vedere i ribelli spazzare via il tiranno, ma immagino ci arriveremo. Nel frattempo, mi è piaciuta la scelta dell’autrice di sfruttare l’occasione per mostrare la differenza tra i due “schieramenti”, tra Ahmed e il sultano. 
    Parlando del Sultano c’è da dire che l’aria di piani malvagi si percepiva già da quell’anatra all’arancia, ma come potevamo immaginare che saremmo arrivati a tanto? 
    Un figlio dopo l’altro, di sangue e crudeltà ne son passati sotto i ponti, e non sorprende che Alwyn Hamilton abbia scelto Leyla come complice a sorpresa. 
    Il doppio gioco di Leyla era ben celato, ma forse anche prevedibile, tuttavia adoro come l’autrice sappia sempre elevare il ruolo delle protagoniste femminili, non permettendo a nessuna di essere salvata come una fanciulla in pericolo.
    Anche nel finale il carattere dell’autrice non si è fatto da parte. Per un attimo ammetto che sono rimasta delusa dalla morte del Principe Ribelle, poi ecco che la Hamilton tira fuori dal cappello una delle sue magie preferite: trasformare la tragica apparenza in un complicato gioco tramato dai personaggi, lasciando al lettore meravigliose speranze.
    Ma vi dirò, non sono convinta che Ahmed tornerà sul serio nel ruolo che ha rivestito sinora, perché chi di noi non ha immaginato, sin da pagina 2 del primo libro, un epilogo nel terzo libro con Amani come liberatrice del Miraji?

    Io l’ho fatto, e continuo a crederci.
    Ma vedremo nel prossimo libro, perché la Hamilton, come sappiamo, ha una penna affilata più della spada di Shazad! 
    Otto capitoli dalle dinamiche scoppiettanti che mi hanno tenuta sul filo del rasoio sino alla fine, ma sono curiosa di sapere COSA NE PENSATE DI QUESTI CAPITOLI E PERCHè NO, DEL LIBRO INTERO…aspetto il vostro feedback! 😉
    E adesso vi saluto, ma vi invito a continuare con noi la lettura della trilogia, dopotutto ormai manca solo il terzo e ultimo libro… Vi aspetto sul blog il 10 Maggio con le nuove tappe di lettura, mi raccomando non mancate! 😉
  • Potrebbero anche interessarti

    5 Commento

  • Rispondi Chiara Ropolo 3 Maggio 2019 at 13:41

    Io al tradimento della bambina malefica non ci ero proprio arrivata. Concordo su tutto quanto, anche sul girl power

  • Rispondi Giusy P. 3 Maggio 2019 at 14:21

    io la penso come te! Non riesco proprio ad immaginarmi Ahmed come Sultano, più che altro ci vedo bene Amani e chissà, magari insieme a Jin.

  • Rispondi sorairo 3 Maggio 2019 at 18:34

    Io non mi immagino più Ahmed come Sultano perché adesso c'è Fazi, il figlio di shira e fereshteh che dovrebbe diventare sultano. Poi certo, Amani ha il suo perché come leader.
    Questo libro però ha davvero superato il primo e non è scontato, soprattutto come secondo volume.
    Il Tradimento è proprio stato approfondito a 360 gradi!

  • Rispondi Chicca Blog Librintavola 4 Maggio 2019 at 06:21

    ammetto che anche io non credevo fosse quella vipera la traditrice, credevo fosse tamid, anche se di traditori in questo volume ce ne sono parecchi.
    a mio avviso non sarà solo amani a guidare la ribellione ma un coeso di forze che unite formeranno un muro contro il sultano tremendo.

  • Rispondi Maryella B. 7 Maggio 2019 at 07:07

    Questi ultimi capitoli sono stati il TOP sotto tantissimi aspetti. Vedremo cosa ci riserverà la Hamilton nel prossimo libro

  • Lascia un commento