Libri, Libretti, Libracci
  • Recensione / Review Party

    Il segreto di Chimneys – Agatha Christie

    Buonasera Readers! Anche oggi vi parlo di letteratura gialla, in particolare diamo spazio alla regina del genere, ovvero Agatha Christie. La mia ultima lettura è stata infatti IL SEGRETO DI CHIMNEYS, una storia appassionante, ma soprattutto ricca di misteri e intrighi internazionali. Un libro che non è certo tra i migliori dell’autrice, ma che fortunatamente si distingue per un suo particolare carattere. Quale? Ve lo racconto qui sotto nella recensione! 😉

    Prima di dirvi di più sul libro però voglio ringraziare Ely de Il regno dei libri e Susy de I miei magici mondi per l’organizzazione dell’evento, e a seguire la casa editrice per averci dato l’opportunità di leggere in anteprima questa bellezza. Vi lascio qualche info per incuriosirvi ancora un po’, e poi la mia recensione! 😉

    TITOLO Sei di Corvi (Grishaverse #1)
    AUTORE Leigh Bardugo
    EDITORE Mondadori
    DATA DI USCITA 24 Settembre 2019
    PAGINE 440
    CARTACEO 17.90 €  |  E-BOOK 8.99 €
    (CLICCA SULLA COPERTINA PER ACQUISTARLO)

    Il castello di Chimneys è uno dei più antichi e celebri dell’Inghilterra. Nei suoi vasti saloni, alla presenza di pochi ospiti, vengono conclusi i più riservati trattati internazionali. Questa volta però un’importante trattativa viene interrotta da un evento inaspettato. Un nobile balcanico viene ucciso. Chi era veramente la vittima? E chi è l’assassino? Forse il giovane avventuriero venuto dall’Africa sotto falso nome, o l’enigmatico collezionista americano, o la bella Virginia Revel, che secondo molti ha un passato da nascondere? E che cosa c’entrano un noto ladro di gioielli famoso per i suoi travestimenti e un gruppo di feroci terroristi?

    Agatha Christie, pseudonimo di Agatha Miller (Torquay, 1890 – Wallingford, 1976), è la più famosa giallista al mondo e una delle più prolifiche scrittrici di ogni tempo: ha al suo attivo circa ottanta opere, tradotte in più di cento lingue e vendute in oltre due miliardi di copie. Oltre ai gialli e alle opere teatrali, ha scritto sei romanzi d’amore, un’autobiografia e un libro di viaggio. Nel 1971 ha ricevuto il più alto riconoscimento britannico, divenendo Dama dell’Impero.

    RECENSIONE

    IL SEGRETO DI CHIMNEYS è un giallo dalle sfumature incerte, una storia che potremmo classificare anche tra quelle di spionaggio internazionale, ma c’è anche del romanticismo e soprattutto tanta ironia.
    L’autrice stessa nella narrazione sembra voler amplificare ogni stereotipo inglese che mette sul nostro cammino di lettori, un carattere che si pone come una certezza man mano che prosegue la lettura, intensificandosi una pagina dopo l’altra.

    I personaggi stessi rappresentano delle figure chiare e ben delineate, un po’ per i modelli che ricalcano già presenti nei racconti dell’autrice, un po’ perchè questa volta Agatha Christie lascia spazio ai suoi protagonisti, dando loro una voce chiara e definita. In modo quasi beffardo ci troviamo sin da subito al fianco di un protagonista senza paure, scaltro e intelligente, un personaggio dal fiuto infallibile e dal fascino irresistibile. Veniamo a scontrarci con l’aristocrazia inglese, i preconcetti dell’epoca in cui fu scritto il romanzo, a volte anche esagerati oltre ogni buon senso, quasi fosse uno scherzo dell’autrice, decisa a fare de Il segreto di Chimneys un esemplare unico di letteratura.

    Giocando tra le stranezze dell’aristocrazia, Agatha Christie ci trasporta in un mistero dopo l’altro, un tessuto di intirghi e macchinazioni. Spesso ci troviamo a far fronte come lettori a situazioni così improbabili da rischiare di perdere il fascino del giallo, ma la Christie sa riportarci sulla giusta via con qualche piccolo trucco svelato, un segreto palesato all’improvviso e una chiacchiera da salotto che nasconde più di quel che sembra.
    I metodi con cui l’autrice ci tiene sulle spine sono molteplici, in questa storia poi troviamo facilmente alcuni tasselli dal carattere quasi grezzo per la loro semplicitàma come non lasciarsi conquistare da un furto di stato? E se c’è un criminale capace di assumere mille volte grazie ai travestimenti la lettura si rivela ancora più appassionante. Identità svelate all’ultimo, ricatti da romanzetti e giochi di prestigio di un protagonista a volte fin troppo in gamba.

    Il segreto di Chimneys è sicuramente una storia che vi terrà sulle spine grazie alle incredibili vicende che rendono il tessuto della trama a dir poco dinamico. Un racconto narrato con ironia, quasi senza prendersi troppo sul serio, perchè ciò che bisogna ricordare per godersi questa lettura è che dopotutto è solo un romanzo, un libro di fantasia che cerca di intrattenere un pubblico estremamente vasto grazie all’intreccio di più generi letterari.

    Dimenticate dunque la logica estrema, le probabilità, e lasciatevi trasportare dalla penna di un’autrice che ha saputo spaziare in meno di trecento pagine tra generi letterari diversi, creando un racconto dal finale incredibilmente sorprendente e quasi esilarante.

    E adesso vi saluto ma sono curiosa di sapere se avete letto questo o altri libri di Agatha Christie e se come me amate il genere giallo dall’ironia dirompente…io adoro quando la Christie mi regala sorrisi e pagine che volano verso la soluzione del mistero, saranno libri ombrellone, ma non potrei farne a meno di tanto in tanto! ^^

    Se siete curiosi di saperne di più, di seguito trovate i link agli altri blog partecipanti all’evento: The Reading’s LoveThe Mad OtterHook a bookRomance e altri rimedi.

    franci
  • Potrebbero anche interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento