Libri, Libretti, Libracci
  • Creativity Blogger Week

    Maschere in festa

    Buongiorno! Spero che gli ultimi avvenimenti non abbiamo turbato troppo la vostra quotidianità, qui da me (comasco) non c’è stato un grande dramma, più che altro hanno chiuso come in tutta la Lombardia le scuole e qualsiasi attività di aggregazione, dunque anche la sfilata di Carnevale è saltata, ma per fortuna viene in mio soccorso l’appuntamento mensile con la CREATIVITY BLOGGER WEEK che a febbraio vede uno splendido tema carnevalesco…

    Creativity Blogger Week è un’iniziativa nata da Deborah di Leggendo Romance che riunisce una serie di blogger per celebrare in ogni modo la nostra creatività. Uno sfogo quindi per ribellarsi ai soliti schemi, uscire dai nostri confini, esplorare argomenti e argomentazioni fuori dalle nostre abitudini ed essere quindi il più creativi possibile.

    Ogni mese naturalmente viene nominato un tema che sarà il filo conduttore dei nostri post che possono avere come riferimento sì libri, ma anche tutt’altro. Il topic di Febbraio è MASCHERE IN FESTA, e ho pensato di proporvi un carosello di cinque letture che ho amato in cui l’idea della maschera, del travestirsi, dell’indossare un altro “volto” arricchisce la trama. Ed ecco i titoli!

    MASCHERE IN FESTA

    IL PRINCIPE E LA SARTA, un libro dolcissimo, in cui il travestirsi è il fulcro principale della trama che cela ovviamente un bisogno più intrinseco e profondo e che rende questa storia speciale sotto ogni punto di vista. La dolcezza legata a questo tema è forse ciò che più mi ha colpito, che ha reso la lettura di questa graphic novel davvero coinvolgente.

    CARAVAL, qui si parla di un vero e proprio carnevale, in effetti, le maschere sono solo uno dei tanti muri che celano la realtà, ma in particolare nel finale ci sarà una rivelazione incredibile proprio grazie ad una “maschera” scoperta, un volto cui verrà associato un nuovo nome e che darà alla storia una piega originale e inquietante per certi versi, ma assolutamente scioccante!

    BEAUTIFUL, in questo caso parliamo di maschere fisiche ed emotive. La protagonista vittima di un incidente si ritrova il volto completamente bruciato, tanto che le viene proposto un innesto facciale completo che accetta. A quel punto si ritroverà con un volto che non è il suo a rivalutare la sua intera esistenza e la sua nuova vita. Una lettura estremamente toccante a mio avviso che racconta molto bene il trauma e la consapevolezza di sé, o meglio la propria riscoperta.

    IL PRINCIPE CRUDELE, una storia fantasy che avrete già letto in molti probabilmente, in cui la maschera è un trucchetto fondamentale dell’autrice per lo svilupparsi di un racconto originale nel suo genere. Da preda a predatore, da predatore a preda, trovo che certe rivoluzioni che ha messo in atto la Black siano state davvero azzeccate nel creare una storia intrigante di cui non se ne ha mai abbastanza.

    BEASTLY, l’ennesima rivisitazione moderna della storia de La Bella e la Bestia e ad indossare la maschera è anche in questo caso la Bestia, un ragazzo che si ritrova a dover rivalutare la sua esistenza proprio per il suo aspetto improvvisamente mutato da una strega, una storia che mi ha molto coinvolta emotivamente e che trovo sia la rivisitazione migliore della celebre fiaba che ho letto sinora.

    Sono curiosissima se a voi vengono in mente altri bei titoli, nel frattempo vi lascio il calendario dell’evento perchè anche questo mese i post saranno dei più disparati, l’uno più intrigante dell’altro, quindi mi raccomando non perdetevi la nostra Creativity Blogger Week! 😉

  • Potrebbero anche interessarti

    2 Commento

  • Rispondi Federica (On Rainy Days) 5 Marzo 2020 at 11:19

    Ti stupirò: non ho ancora letto “Il principe crudele”… è in wishlist ma mi manca il tempo!
    Caraval invece l’ho amato alla follia.
    Tutti libri super interessanti comunque!

    • Rispondi Franci - Libri Libretti Libracci 6 Marzo 2020 at 10:20

      Credo sia il miglior libro di Holly Black, è veramente intrigante e ha un finale sorprendente, maschere, su maschere, su maschere…!

    Lascia un commento