Libri, Libretti, Libracci
  • Blogtour

    La nona casa, di Leigh Bardugo | I personaggi

    Buongiorno lettori! Lo scorso lunedì vi ho parlato de LA NONA CASA, urban fantasy super chiacchierato di Leigh Bardugo di cui potete leggere la mia recensione e qualche informazione in più cliccando QUI, perchè oggi parleremo dei PERSONAGGI protagonisti di questa storia in occasione del blogtour organizzato per l’uscita del libro.

    La mia è la sesta tappa perciò nel caso ve le foste perse, potete recuperare le precedenti visitando direttamente gli altri blog partecipanti all’evento, vi lascio il dettaglio qui di seguito! 😉

    Evento organizzato dalla mitica Martina del blog Lettrice di Sogni che ringrazio, insieme alla casa editrice che ha fornito la copia del libro in anteprima per la recensione.

    Ma passiamo ai personaggi che hanno reso meraviglioso questo libro, insieme a una serie di aspetti con cui la Bardugo ha seriamente giocato con il fuoco! I personagi sono infatti estremamente ben costruiti, tanto che la loro caratterizzazione, insieme ad una contestualizzazione dell’ambientazione, occupa gran parte della prima metà del libro. Un aspetto che mi ha inizialmente indispettita, ma che come potete leggere nella recensione ho poi compreso… MA non sono qui a ripetere per l’ennesima volta dei pro e contro di questa lettura, perchè è arrivato il momento di presentarvi i personaggi!

    I PERSONAGGI de "La Nona Casa"

    GALAXY STERN Protagonista, voce del romanzo, Dante della Lethe, meglio nota semplicemente come “Alex”

    Capelli neri, tratti marcati, occhi penetranti, fisico quasi scheletrico decorato da tatuaggi che le ricordano costantemente il passato, questa è Alex, la protagonista che ci troviamo ad affiancare in questa avventura. I suoi poteri, la sua “vista”, la rendono speciale, ma le hanno condizionato così tanto la vita che se ne libererebbe all’istante se potesse.
    Una ragazza dalla storia drammatica, per certi versi misteriosa, che conosceremo lettura facendo e cui l’autrice darà molti più difetti che pregi. Il suo è il fascino della sopravvissuta, un ruolo indistricabile da tutto ciò che la riguarda e che finirà per marcarla anche in questa nuova vita.
    Sicuramente un’anima solitaria, che però si ritrova a scoprire pian piano quanto l’amicizia di alcune persone possa fare la differenza. Il suo carattere cinico e il suo sguardo attento quanto diffidente la portano spesso a salvarsi da situazioni estremamente pericolose e ingannevoli, ma la nuova vita la renderà in alcuni casi pigra sotto questo punto di vista e inevitabilmente ci ritroveremo insieme a lei invischiati in una serie di vicende una più misteriosa dell’altra.

    DANIEL ARLINGTON Seconda voce narrante, Virgilio della Lethe, per tutti “Darlington”

    Se dovessimo descrivere Darlington con una sola parola, l’unica adatta sarebbe Cavaliere. Un Cavaliere dall’armatura scintillante, capace di distinguersi in qualsiasi attività, ma devoto alla Lethe più di tutto. Una devozione nata dalla curiosità e dal fascino per una città piena di misteri, che nel corso del libro vediamo essere la spinta per le sue indagini, le sue osservazioni, ma sopratutto la sua scomparsa, perchè sarà un personaggio estremamente presente e condizionante, ma totalmente assente. 
    La sua voce narrante, i capitoli con lui come protagonista ci permetteranno di conoscerlo, ma soprattutto ci racconteranno le vicende che hanno portato lui ed Alex al giorno della sua scomparsa, incrociandosi con i ricordi di lei e chiarendoci un quadro complesso ma estremamente intrigante che darà un taglio unico alla storia, portandoci a un finale mozzafiato. 
    Il suo è infatti un ruolo chiave, essenziale perchè Alex arrivi a svelare la verità.

    PAMELA DAWES Spalla, Oculus della Lethe, per Alex e Darlington “la Dawes”/”Pam”

    Capelli rossi, sempre annodati in qualche pettinatura raffazzonata, vestita in modo comodo e pratico, mai con cura, con un paio di cuffie perennemente al collo o direttamente nelle orecchie. Questo l’aspetto della suscettibile Pamela Dawes che rispecchia perfettamente il suo carattere e il suo ruolo. Pam è un personaggio introverso, di cui conosciamo pochissimo se non che sta scrivendo la sua tesi per il dottorando da anni, mentre si occupa di curare la sede della Lethe ed essere a disposizione della Dante e del Virgilio, qualsiasi cosa accada. 
    Ama cucinare e i suoi piatti deliziosi si dimostreranno quasi più potenti di un rito di guarigione per i nostri protagonisti in certe occasioni, renderanno più accogliente la sede della Lethe e saranno l’occasione per scambiare qualche parola con i suoi compagni d’avventura. 
    La sua natura asociale e apparentemente distaccata la rende quasi un fantasma, ma i suoi valori fermi e le sue conoscenze saranno indispensabili per la grande svolta di questo libro.

    DETECTIVE TURNER Spalla, il Centurione della Lethe, detective presso la polizia locale di New Haven

    Una figura sfuggente in questo libro, un personaggio che apparirà esattamente nel momento del bisogno, ma che l’autrice non ci permetterà di conoscere a fondo. In realtà è stato uno dei miei preferiti, il più coerente, ma anche quello che ha dimostrato senza remore una grande apertura mentale arrivato di fronte all’evidenza.
    Vestito in maniera elegante, con un aspetto sempre piacevole e desiderabile, è sicuramente il personaggio più ancorato alla realtà dell’intero libro, quello che farà un po’ le veci del grillo parlante, ma che purtroppo per lui ci rimetterà sempre. Un nome che spero di incontrare presto nel seguito, magari con un ruolo più rilevante.

     

    ALTRI PERSONAGGI…

    Ci sono poi numerosi altri personaggi che finiranno per intrecciare il loro cammino con quello dei quattro che vi ho già citato, ma riguardo cui non posso scendere nei dettagli perchè sono legati ad eventi che sconvolgeranno la trama. Posso però nominare il rettore Sandow, che darà l’opportunità ad Alex di rifarsi una vita, sebbene a caro prezzo, e poi le coinquiline di Alex ovvero Lauren, Mercy ed Anna che in un modo o nell’altro renderanno più normale la permanenza a Yale della protagonista.
    Ciò che invece la sconvolgeranno più di tutti sono invece i fantasmi che affollano New Haven. Tra tutti ce ne sarà uno cui Alex finirà per legarsi in modo quasi indissolubile, un legame che la trasportare sempre più a fondo nel suo potere, ma che la condurrà in modo costante verso la verità. Un binomio pericoloso che ammetto mi ha messo i brividi più di una volta, perchè i fantasmi di questo libro, o meglio i “Grigi” come vengono chiamati, sono attratti dalla sofferenza, richiamati dal terrore e dalla paura, la loro presenza sarà quindi incredibilmente inquietante, angosciante e porterà Alex verso un baratro sempre più profondo, così come già è stato nel corso della sua vita.

    Una serie incredibile di personaggi che come detto hanno reso questo libro unico, soprattutto hanno avuto grande spazio da parte dell’autrice che ha predisposto la narrazione in modo che noi lettori potessimo davvero conoscere il contesto in cui veniamo trasportati e soprattutto i personaggi chiave della storia. Un elemento di rilievo quindi, quello dei personaggi, che sono davvero felice di aver potuto approfondire e soprattutto raccontarvi in maniera esaustiva.

    Spero con questo post di avervi incuriositi, ma adesso passo la palla a voi, perchè sono davvero curiosa di sapere quale tra questi è il personaggio che più vi intriga! 😉

    franci
  • Potrebbero anche interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento