Libri, Libretti, Libracci
  • Recensione / Review Party

    Solo. A Star Wars story, di Mur Lafferty

    Come ogni martedì, le novità sono infinite, quindi vi propongo una seconda lettura in uscita oggi che ho avuto il piacere di leggere negli scorsi giorni, ovvero SOLO. A STAR WARS STORY, la trasposizione letteraria a cura di Mur Lafferty dell’omonimo film spin-off del ciclo di Star Wars dedicato a Han Solo. Un libro che mi ha sorpresa ma che mi ha spinta a proseguire la visione dei film, approfondendo un personaggio davvero unico. 

    Ma vi racconto tutto nella recensione qui sotto, adesso vi lascio il banner dell’evento organizzato per l’uscita così che possiate leggere qualche altra recensione nel caso foste interessati! 😉

    Evento organizzato da Tiziana del blog The Mad Otter, che ringrazio, insieme alla casa editrice che ha fornito la copia del libro per la recensione. Un grazie anche a Sara de Il club delle lettrici compulsive per aver realizzato il banner per la grafica dell’evento

    Vi lascio qualche informazione sul libro, seguita dalla mia recensione! 

    TITOLO Solo. A Star Wars story
    AUTORE Mur Lafferty
    EDITORE Mondadori
    PAGINE 300
    DATA DI USCITA 12 Maggio 2020
    CARTACEO 16.00 € 
    (CLICCA SULLA COPERTINA PER ACQUISTARLO)

    Da decenni Han Solo è uno dei personaggi più amati dai fan di “Star Wars”. Ma chi era prima di incrociare la strada dei cavalieri Jedi? Quali avventure lo hanno portato fino alla taverna dello spazioporto di Mos Eisley? Il giovane Han è un sognatore: sogna di innalzarsi nello spazio al timone di una nave stellare e di lasciarsi alle spalle la patria, Corellia, uno sporco pianeta industriale, e una vita di povertà e crimine, agli ordini della sinistra Lady Proxima e della sua brutale banda. Può contare unicamente sulla sua ragazza, Qi’ra, e sulla sua fortuna. Quando perde entrambe, non gli resta che unirsi all’Impero, nel disperato tentativo di trovare una nave per tornare a salvare Qi’ra. Ma la Marina Imperiale non fa per lui: diserta e si tuffa in un losco mondo popolato da contrabbandieri, giocatori d’azzardo e truffatori. È qui che conosce l’affascinante e astuto Lando Calrissian; inizia un’improbabile amicizia con un irascibile wookiee di nome Chewbecca; e vede per la prima volta il Millennium Falcon. Il resto è ormai leggenda.

    RECENSIONE

    Come alcuni di voi sapranno, ho di recente intrapreso l’ardua impresa di mettermi in pari con il ciclo di Star Wars, un emblema della cultura pop da cui mi ero tenuta ben alla larga finora visto il carico di aspettative. Temevo infatti di rimanere seriamente delusa da ciò che avrei visto e invece seguendo l’ordine cronologico della saga ho deciso di dare una chance ai primi tre episodi e direi che dopotutto mi sono piaciuti, mi hanno appassionata a livello di trama, ma sentivo che mancava ancora qualcosa perchè potessi dire “ah, sì, adoro star wars!”, un qualcosa che ho finalmente trovato leggendo questo libro.

    SOLO. A STAR WARS STORY è la lettura perfetta per i fan di Star Wars, ma soprattutto per chi come me cercava di scoprire qualcosa in più su quel mondo che fa da sfondo alle imprese dei protagonisti della saga. Non conoscevo il personaggio di Han Solo, perchè lo si incontra solo negli episodi successivi della saga, interpretato da Harrison Ford, ma leggendo questo libro ho imparato ad amarne ogni tratto.

    Il suo personaggio, il suo ruolo, il suo carisma è del tutto sopra le righe, ci viene infatti raccontata la sua storia tramite rocambolesche avventure. Ripercorriamo la galassia da un pianeta all’altro conoscendo la sua indole istintiva, incosciente, ma anche ammirandone la visione speranzosa, perchè il giovane Han Solo è un ribelle pieno di speranza, di sogni e anche di ironia

    E a proposito di ironia, conosciamo in questo libro anche Chewbecca, come lui e Han Solo si sono incontrati, approfondendo la natura del loro rapporto. E qui devo dire che sono rimasta sorpresa, perchè l’autrice è stata in grado di trasportare la storia dal grande schermo alle pagine di questo libro, senza perdere il brio dell’avventura, delle scene d’azione e dei colpi di scena, mantenendo quindi un ritmo vivace, ma esplorando in maniera più che esaustiva i personaggi, le relazioni tra loro, e cosa di cui avevo assolutamente bisogno dopo aver visto la trilogia prequel, il mondo in cui ci troviamo, o meglio l’universo.

    Mur Lafferty ci trasporta infatti nell’universo immaginato e creato da George Lucas, soffermandosi di tanto in tanto su dettagli necessari che nei film sono appena accennati. Sebbene nei film abbiamo occasione di vedere con i nostri occhi la diversità dei paesaggi, dei pianeti, degli abitanti delle diverse specie che vivono in questo universo, i film sono troppo ritmati, fuggevoli quasi, per poter cogliere davvero i particolari che invece Mur Lafferty ci racconta in maniera esaustiva. Un fattore che da “neofita” della serie ho davvero apprezzato molto, ha districato un po’ di confusione, dandomi un’impressione certa di quel mondo fantascientifico di cui i film ci mostrano unicamente l’essenza.

    Un libro in definitiva, SOLO. A STAR WARS STORY, che consiglio di leggere come detto se amate la serie e siete fan sfegatati, ma soprattutto se come me desiderate entrare nel vivo dell’universo cinematografico (e in questo caso letterario) di Star Wars, conoscerlo a fondo, al fianco di uno dei protagonisti più amati dell’intero ciclo.

    Adesso vi saluto, spero di avervi incuriositi almeno un po’, quindi scrivetemi qui sotto cosa ne pensate, se vi ispira, se avete il film o se siete dei fan della saga…insomma, come sapete adoro le chiacchiere perciò ogni commento sul libro è ben accetto! 😉

    Io ho davvero scoperto un personaggio che sono curiosissima di vedere nei film, perciò credo proprio che questa sera recupero il film da cui è tratto il libro, non vedo l’ora di fare un bel confronto! 

    franci
  • Potrebbero anche interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento