Libri, Libretti, Libracci
  • Recensione / Review Party

    Good Luck Girls, di Charlotte Nicole Davis

    Buongiorno lettori! Negli scorsi giorni mi sono dedicata alla lettura di GOOD LUCK GIRLS, il primo libro dell’omonima serie fantasy di Charlotte Nicole Davis che con questa sua storia ha saputo conquistarmi. Nonostante ci siano dei piccoli difetti, devo dire che è un primo libro davvero pazzesco e sono felice di partecipare con questa recensione al Review Party organizzato per l’uscita del libro!

    Evento di cui vi lascio il calendario così che possiate leggere anche le altre recensioni, nel caso foste curiosi di saperne di più sul libro! 😉

    Questo Review Party è organizzato da Raffaella del blog The Reading’s Love che ringrazio, insieme alla casa editrice che ha fornito la copia del libro in anteprima per la recensione. Ma ecco la scheda libro seguita dalla mia recensione! 😉

    TITOLO Good Luck Girls (The Good Luck Girls #1)
    AUTORE Charlotte Nicole Davis
    EDITORE Rizzoli
    PAGINE 410
    DATA DI USCITA 16 Giugno 2020
    CARTACEO 19.00 €  |  E-BOOK 9.99 €
    (CLICCA SULLA COPERTINA PER AVERE PIÙ DETTAGLI)

    Le chiamano ragazze della Buona Fortuna, ma tutti ad Arketta sanno che quelle ragazze sono tutto tranne che fortunate: vendute ancora bambine a una “casa di benvenuto”, marchiate con un tatuaggio maledetto e intrappolate in una vita che non avrebbero mai scelto. Quando una di loro uccide accidentalmente un uomo per legittima difesa, fuggono in cinque dalla casa di benvenuto e intraprendono un viaggio pericoloso e impossibile alla ricerca della libertà, della giustizia e della vendetta, in un mondo che ha negato loro ogni diritto. Inseguite dai poteri più corrotti e malvagi di Arketta, la loro unica speranza è riposta in una storia della buonanotte tramandata da una ragazza della Buona Fortuna all’altra, una storia a cui solo le più giovani e disperate tra loro sono disposte a credere. Perché possano sopravvivere, non basterà la buona fortuna. Servirà tutta la forza della loro amicizia.

    RECENSIONE

    Questa lettura è arrivata inaspettata, e sorprendente quando ho deciso di leggerla per parlarvene sul blog mi sono trovata tra le mani una storia estremamente attuale, forse immatura in alcune parti, ma dai temi notevolmente scottanti.

    GOOD LUCK GIRLS è infatti una storia di sorellanza, di autodeterminazione, di indipendenza, un susseguirsi di vicende che ci mostrano e ci raccontano un mondo pieno di ingiustizie, crudeltà, dove la componente fantasy è solo un pretesto per dare voce a delle riflessioni attualissime.

    Le ragazze protagoniste si ritrovano a fuggire da una realtà che le ha rese schiave, da un sistema corrotto che ha soggiogato i più deboli con un mero pretesto, giustificando così la schiavitù e la mercificazione delle donne, ma che dico, bambine. Una società marcia, macilenta, inflessibile nelle sue regole ingiuste che le cinque protagoniste si ritroveranno a infrangere in ogni modo.

    Aster, Violet, Clementine, Mallow, e Tansy diventano ben presto cinque fuorilegge, cinque fuggitive che nel loro fuggire si ritrovano a fare i conti con i traumi subiti, con le sofferenze e le scelte degli altri che hanno costretto ognuna di loro a crescere troppo in fretta, a scoprire che il mondo è un luogo oscuro e perverso. Esperienze che le hanno plasmate a tal punto da tirar fuori i propri sentimenti vendicativi al solo assaggio di un pizzico di libertà, in una lotta contro le ingiustizie sempre più impellente

    Al loro fianco mi sono trovata ad affrontare una corsa contro il tempo, a capire le loro problematiche, i loro drammi e i traumi. Mi sono indignata di fronte a tanta ingiustizia, ma soprattutto ho provato rabbia perchè ciò su cui l’autrice ha lavorato maggiormente è stato lo sviluppo dei personaggi, la ricerca di libertà che agognano e che definisce ogni loro scelta, ogni mossa.

    «Non so. Non si può restare indifferenti a certe cose, e fingere che non sia così non è mai la soluzione» disse in tono riflessivo. «Ma la rabbia… è la rabbia che ti dà la spinta per fare le cose. A volte, almeno. Devi solo essere sicura che sei tu a servirti di lei, e non viceversa».

    Charlotte Nicole Davis ha costruito un mondo estremamente interessante, dal fascino western, con un taglio distopico, aggiungendo un pizzico di magia e paranormale, e sebbene questi ultimi due fattori non sono esplicati in modo approfondito, tutto il resto è sufficiente a tenerci incollati alle pagine.

    Lo stile chiaro e diretto e la trama adrenalinica rendono la lettura estremamente scorrevole ed emozionalmente coinvolgente, mentre seguiamo la narrazione in terza persona dal punto di vista di Aster. Lei è il personaggio che maggiormente abbiamo modo di conoscere, e attraverso i suoi occhi il senso di rabbia e ingiustizia continua a crescere, a mutare in qualcosa di sempre più grande, accompagnato dal senso di impotenza, perchè se da un lato queste cinque ragazze diventeranno una vera e propria leggenda dello Scab, dall’altro la loro condizione e la loro libertà sono così precarie da tenerci sempre sulle spine, da lasciarci sempre più abbandonare l’idea di un possibile lieto fine.

    Un epilogo che arriva a sorpresa, che ci lascia con la fame di tenere ancora compagnia  a queste eroine che delle loro debolezze hanno fatto la propria forza, unite oltre il “giogo del padrone”, oltre le differenze, il cui legame è sempre più stretto man mano che proseguiamo la lettura alla fine della quale non potremo far altro che avere l’impressione di aver veramente viaggiato in lungo e in largo per Arketta, di essere una delle ragazze della Buona Fortuna in fuga, di avere il proprio volto su un manifesto caccia-taglia.

    Il racconto di Charlotte Nicole Davis è così intenso, così vivido da renderlo quasi reale, con i suoi temi attualissimi che portano a galla riflessioni concrete, le sue protagoniste uniche e le emozioni così forti da emergere da ogni pagina, una forza trascinante capace di trasportare il lettore all’epilogo in poche ore.

    L’unico difetto che ho notato in tutto questo è sicuramente un arrangiamento un po’ superficiale di alcune scene d’azione, ma con l’adrenalina che scorre più dell’inchiostro in queste pagine è sicuramente una pecca trascurabile.

    Una storia che mi ha conquistata, coinvolta, che mi ha trascinata in una realtà totalmente ingiusta, crudele, ma estremamente affascinante per un esordio. Charlotte Nicole Davis è sicuramente un’autrice che terrò d’occhio e spero presto di poter leggere il secondo libro della serie, già presente come scheda di Goodreads, ma ancora senza titolo…ah, non vedo l’ora!!

    Ed ora vi saluto, spero di avervi incuriositi e ispirati, perchè la storia delle GOOD LUCK GIRLS merita davvero moltissimo, sia in termini di puro intrattenimento che di valore morale. Che dite, lo leggerete?

    franci
  • Potrebbero anche interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento