Libri, Libretti, Libracci
  • Recensione / Review Party

    Fondazione e Impero, di Isaac Asimov

    Buon pomeriggio lettori! Continua l’avventura all’interno di FONDAZIONE IL CICLO COMPLETO, la raccolta completa dei libri di Isaac Asimov del Ciclo delle Fondazioni, e seguendo l’ordine cronologico scelto per il libro arriviamo oggi al secondo libro della trilogia, ovvero FONDAZIONE E IMPERO, o Il Crollo della Galassia Centrale.

    Vi ricordo l’ordine cronologico dei sette libri del ciclo: Preludio alla Fondazione (1988), Fondazione: Anno Zero (1993, postumo), Cronache della Galassia (1951), Il Crollo della Galassia Centrale (1952), L’Altra faccia della Spirale (1953), L’Orlo della Fondazione (1982), Fondazione e Terra (1986).

    Entriamo quindi nel vivo della storia, in quest’avventura scritta da Asimov nel 1952. Ma prima di parlarvi di questa storia, vi lascio il calendario dell’evento con le date e i blog dove in questi giorni troverete le recensioni di Fondazione e Impero.

    Di seguito la scheda libro della raccolta, seguita dalla mia recensione di FONDAZIONE E IMPERO, un libro in cui tutto viene stravolto e ci ritroviamo ancora una volta a seguire le tracce lasciate da Hari Seldon.

    TITOLO Fondazione. Il ciclo completo
    AUTORE Isaac Asimov
    EDITORE Mondadori
    PAGINE 1476
    DATA DI USCITA 9 Giugno 2020
    CARTACEO 14.99 €  |  E-BOOK 32.00 €
    (CLICCA SULLA COPERTINA PER AVERE PIÙ DETTAGLI)

    Il ciclo originale della “Fondazione” venne pubblicato tra il 1951 e il 1953, subito acclamato come un capolavoro della fantascienza. Trent’anni più tardi tra gli anni ’80 e ’90 del Novecento sono stati pubblicati i due romanzi che costituiscono il prequel della saga. In questo volume è disponibile l’intera saga.

    TRAMA “TRILOGIA DELLA FONDAZIONE” L’impero galattico esercita da secoli il suo potere su tutti i pianeti conosciuti, ma ora sta scomparendo: lascerà il posto a 30.000 anni di ignoranza e violenza. Hari Seldon, creatore della rivoluzionaria scienza della “psicostoria”, sa quale triste futuro aspetta l’umanità. E per preservare la civiltà, riunisce i migliori scienziati e studiosi su Terminus, un piccolo pianeta ai margini della galassia. È la Prima Fondazione, destinata a essere rapidamente cancellata da un terribile e misterioso mutante che impone un’orribile

    RECENSIONE "FONDAZIONE E IMPERO"

    Dopo aver seguito le vicende i Prima Fondazione, in FONDAZIONE E IMPERO ci troviamo ad affrontare un libro quasi totalmente diverso. Non fraintendetemi, continuiamo a seguire il corso della Galassia in un futuro sempre più complesso, nonostante le predizioni tanto precise di Hari Seldon, ma finalmente Asimov ci permette di soffermarci più a lungo sui protagonisti, permettendoci di sviluppare il coinvolgimento mancato nel primo libro della trilogia.

    Fondazione e Impero è un libro diviso in due sole parti, perfette per scandire la storia e al contempo non avere l’impressione di star leggendo una raccolta di racconti, come può succedere con il precedente volume. Una storia che mette ancora più in luce le problematiche politiche e sociali di una realtà tanto vasta, tra conflitti e dinamiche che sviluppano nel corso del libro una naturale evoluzione dell’umanità.

    In particolare in questo libro ci avviciniamo sempre più alla Seconda Fondazione, mentre la Prima Fondazione si ritrova a lottare apertamente con l’Impero in decadenza, lotte e conflitti che si rivelano sempre più fini a sé stessi, confermando la decadenza di una società costretta a dimenticare le proprie origini e la propria storia.

    La Psicostoria inoltre assume in questo libro un carattere più pratico, vediamo infatti sviluppate le teorie di Hari Seldon attraverso una Galassia in totale “avaria”. Per certi versi la figura del matematico che ha dato vita alla Psicostoria si rivela a tratti invadente, una sorta di guida che impone le proprie leggi al di là del libero arbitrio e, nonostante questo sia uno dei perni centrali della storia, mi è sembrato quasi troppo ingombrante.

    Un carattere che nel corso della storia rende gli abitanti della Galassia e in particolare di Prima Fondazione sempre più arrendevoli, incapaci di reagire perchè abituati nel corso del tempo all’apatia, a credere che tutto è come deve andare, dimenticando il detto “Aiutati che Seldon ti aiuta”, sottovalutando le Crisi Seldon e le situazioni fuori controllo, ritrovandosi così nella seconda parte di questo libro di fronte a un nemico ancora più difficile da battere e prevedere.

    Un libro che si pone a metà dell’intero ciclo e che torna ad avere il brio cui Asimov ci aveva abituati con i due prequel. Una storia che ci dà la spinta per proseguire verso il finale della trilogia e poi del ciclo, risvegliando in noi il desiderio di scoprire dove la galassia andrà a finire e quali saranno i vincitori che scriveranno la storia questa volta.

    Un libro che mi ha stupita, dopo il precedente volume, che ha risvegliato in me il desiderio di proseguire la lettura del ciclo per scoprire l’epilogo di una lotta quais millenaria in un futuro sempre più concreta e adesso mi getto in pasto all’ultimo libro della trilogia, ovvero Seconda Fondazione, nel frattempo vi lascio il calendario del blogtour che ha preceduto il Review Tour nel caso siate curiosi di scoprire qualcosa in più sul Ciclo delle Fondazioni e sul genio della fantascienza Isaac Asimov.

    Nel calendario trovate la data di pubblicazione della tappa, il nome del blog che la ospita e l’argomento.

    franci
  • Potrebbero anche interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento