Libri, Libretti, Libracci
  • Review Party

    La sesta opera, di Luca Centi

    Buongiorno Lettori! Oggi voliamo a New Orleans, nel 1863, con un romanzo e una storia fantasy dalle note accattivanti e originali. Il titolo è LA SESTA OPERA, un libro di Luca Centi che con maestria ci trasporta in un mondo letterario ricco di poteri unici e incredibiliMa vi racconto tutto nella recensione più sotto, perché adesso invece vi lascio qualche dettaglio sul libro e la trama, nel caso siate curiosi di leggerla! 😉

    TITOLO La sesta opera
    AUTORE Luca Centi
    EDITORE La Corte Editore
    PAGINE 321
    DATA DI USCITA 15 Ottobre 2020
    CARTACEO 17.90 €  | E-BOOK 8.99 €  
    (CLICCA SULLA COVER PER ULTERIORI DETTAGLI)

    1863, New Orleans. Lavinia ha quindici anni e vive a villa Menard con zia Sabine fin da quando è rimasta orfana. Ma la famiglia Menard non è come le altre, fa parte delle cinque Famiglie eredi della Sibilla che anticamente ha scisso il suo Potere creando così le cinque Opere. Lavinia viene cresciuta come una Scevra, una semplice umana senza alcun dono, nel disprezzo della zia che non fa altro che definirla Mezzosangue. Nessuno conosce però il segreto della ragazza: nonostante non sia mai stata preparata per fare il suo ingresso nel Conclave delle Sibille, riesce comunque ad accedere al Limbo, la realtà che i Testimoni delle Opere del Futuro e del Passato proteggono. A Lavinia basta canticchiare mentalmente una Filastrocca per ritrovarsi in quel luogo incantato e poter scorgere attraverso i due Veli del Tempo. Il giorno dell’iniziazione di Claudia e Marcus, inaspettatamente però accade qualcosa di terribile e un’entità oscura annuncia che i cancelli del Limbo sono definitivamente chiusi. Solo Lavinia riesce ancora a creare un varco tra i due mondi e con l’aiuto di Marcus e Alistair, il primogenito di zia Sabine disconosciuto perché figlio di un amore proibito, scoprirà la terrificante verità su chi si cela davvero dietro le oscure ombre che hanno invaso il Limbo con lo scopo di soggiogare anche il mondo reale.

    RECENSIONE

    LA SESTA OPERA è una storia accattivante, come detto, un romanzo che parte da una premessa curiosa e sovrannaturale e che ci trasporta all’interno di un mondo ricco di mistero, ben costruito e ben proporzionato tra detto e non detto.

    In particolare è un libro dalle innumerevoli sfaccettature che sicuramente si pone come novità in un genere già fin troppo pieno. Ho trovato in questo senso un perfetto equilibrio tra ciò che è nuovo, ovvero l’idea originale dell’autore, che ben si presta a cogliere l’attenzione iniziale e dare una solida base alla storia, e il comfort dato da caratteri meno innovativi relativi all’andamento della trama. Un connubio che mi ha dato una sorta di sicurezza durante la lettura e che al contempo ha tenuto alta la mia attenzione in maniera costante, lasciandomi correre tra le pagine in maniera quasi famelica.

    A trasportarmi in quest’avventura letteraria è stato anche il coinvolgimento emotivo verso la protagonista, Lavinia, con cui fin da subito è facile entrare in sintonia e adagiarsi al suo seguito in un avvicendarsi di misteri sempre più intricati, a partire dalla sua storia e dai suoi poteri. Il suo background e il suo presente ci mostrano una base solida per la costruzione del personaggio, cui vediamo man mano affiancarsi le relazioni che la ragazza instaura con gli altri protagonisti e che ci aiutano a definirne anche il carattere.

    Un carisma tipico di un’eroina del genere che vediamo incentivato dalla presenza di una zia fredda e distaccata e dalla compagnia di personaggi utili a renderla la protagonista che un libro simile merita. Un buon processo relazionare tra protagonisti che mi ha al contempo incuriosito mentre una pagina dopo l’altra mi lasciavo trasportare in questa lettura unica dalle parole dell’autore.

    Un autore, Luca Centi, che non ha paura di osare, di gettarsi nello sconosciuto e nell’inesplorato e che tramite una narrazione scorrevole ci accompagna all’interno del mondo de La Sesta Opera, tra poteri dal doppio volto, famiglie antiche e un grande inconveniente che sconvolge le realtà di quest’ultime, dando vita a tutto il racconto, ad una vicenda che si è rivelata sorprendente curiosa, affascinante, ma che non finisce certo con questo primo libro, perché per comprendere appieno i misteri della sesta opera e degli altri poteri è necessario proseguire la lettura e attendere (con impazienza, ve lo garantisco) il secondo volume di questa storia fantasy.

    Un racconto coinvolgente, che mi ha positivamente sorpresa e che consiglio a chi ama il genere urban fantasy, con un tocco retrò e un interessante visione riguardo il sovrannaturale.
    Ma adesso vi saluto, sono curiosa di sapere se questo libro vi incuriosisce o se lo avete già letto, lasciatemi un feedback nei commenti! 😉

    Per l’organizzazione dell’evento ringrazio Valentina del blog Sweety Reviews, insieme alla casa editrice che ha fornito la copia del libro in anteprima. Qui sotto vi lascio i nomi degli altri blog dove da oggi al 10 novembre verranno pubblicate le recensioni del libro!

    RP La sesta oepra
    franci
  • Potrebbero anche interessarti

    1 Commento

  • Rispondi CHIARA ROPOLO 6 Novembre 2020 at 11:09

    Lo sto leggendo e concordo con il tuo giudizio

  • Lascia un commento