Libri, Libretti, Libracci
  • A caso

    Recensione (Review Tour) | In ogni stella nascosta – Vanessa Sorbero

    Buon pomeriggio Readers! Oggi vi parlo del libro In ogni stella nascosta, di Vanessa Sorbero, in occasione del Review Tour che sta avendo luogo nella blogosfera dal 4 giugno e che proseguirΓ  per il resto del mese. Questo libro mi ha molto colpito per un aspetto che dΓ  alla storia un pizzico di vivacitΓ  e originalitΓ , una sfumatura che ho decisamente adorato…di cosa si tratta? Leggete la recensione e lo scoprirete, ma prima ecco qualche informazione sul romanzo e l’autrice! πŸ˜‰

    Titolo: In ogni stella nascosta
    Autore: Vanessa Sorbero
    Editore: Self Publishing
    Data di uscita: 28 Maggio 2018
    Pagine: 380
    Cartaceo: 12.50 €  E-book: 2.99 € (In offerta a 1.99 € fino al 28 Giugno)
    Dove comprarlo: Amazon

    VANESSA SORBERO nasce in provincia di Milano, nel marzo del 1993. È cresciuta a suon di rock and roll e Barbera, ed Γ¨ da sempre appassionata di arte e fotografia. Ha viaggiato per gran parte dell’Europa, con qualche salto in America e India, ma Milano detiene un posto speciale nel suo cuore. Dopo aver conseguito il diploma al liceo linguistico, ora sta studiando per conseguire la laurea in Ingegneria Chimica, sebbene il suo sogno sia quello di continuare a scrivere e viaggiare. Nel 2017 ha pubblicato il suo romanzo d’esordio: Tra mille baci d’addio. 

    SINOSSI Dietro il grigiore cittadino, Milano nasconde un cuore romantico e retrΓ² come un film con Audrey Hepburn. Cecilia lo scopre una sera d’autunno a una festa anni Cinquanta, dopo essersi trasferita in cittΓ  per studiare alla NABA. È una ragazza dolce e ironica, inghiottita dalla monotonia universitaria. Alex Γ¨ il dj del Rockabilly Fest, un uomo adulto, arrogante, che rifugge le relazioni come fossero whisky scadente.  Tra le strade di una Milano romantica, gonne a vita alta e musica rock and roll, riuscirΓ  Cecilia a fare sciogliere il cuore testardo di Alex?


    Questa volta mi tocca fare il bastian contrario, perchΓ© a differenza di molti altri blog che hanno letto e recensito per il review tour questo libro, a me non ha poi particolarmente entusiasmata. La storia Γ¨ incentrata sulla relazione tra Cecilia e Alex e il loro rapporto Γ¨ tutto un rebus, un amore per cui ho fatto il tifo per veder felice Cecilia, ma che mi ha fatto storcere il naso perchΓ© inizialmente proprio non sono riuscita a mandar giΓΉ Alex e quel suo carattere narcisista. Io gli uomini cosΓ¬ non li posso proprio soffrire! MA il suo prodigarsi per lei e tentare di conquistarla ha sciolto un po’ la mia acida opinione, e il finale mi ha lasciato con un sorriso sulle labbra, lo ammetto.

    Infatti se all’inizio puΓ² sembrare Cecilia la ragazzina dalla cotta smisurata, Γ¨ in realtΓ  Alex a stravolgere sΓ© stesso e ogni sua convinzione per lei. L’attrazione per Cecilia Γ¨ qualcosa di nuovo e inaspettato per lui, non del tutto fisico come con le altre donne, c’Γ¨ infatti qualcosa in lei che lo intriga e lo attrae piΓΉ di qualsiasi altra cosa la mondo. Ed Γ¨ quest’attrazione, questo amore improvviso e il capovolgimento del suo universo che lo ha reso meno antipatico ai miei occhi, perchΓ© a quel punto come potevo non rimanere stregata dalla forza dell’amore? Amo l’idea dell’amore, amo sentirmi innamorata e amo vedere quel filo rosso che lega indissolubilmente due persone innamorate, quell’elettricitΓ  che li fa agire come se fossero le uniche persone sulla terra in mezzo a una folla, e quegli sguardi che solo due innamorati possono scambiarsi…insomma, come ho detto amo l’amore e se un personaggio inizia a lottare per ottenerlo, ma soprattutto per dare il suo cuore a qualcun’altro, bΓ© allora diventa il mio nuovo eroe, ed Γ¨ proprio ciΓ² che Γ¨ successo con Alex.

    Β«E anche se provavo a non pensarti eri ovunque. Eri in ogni canzone d’amore dei Beatles, sul fondo di ogni bicchiere di whisky, eri nella bellezza segreta di ogni cittΓ  in cui viaggiavo, e in ogni stella nascosta dal cielo di Milano.Β»

    Naturalmente, non tutto Γ¨ cosΓ¬ semplice inizialmente, il divario d’eta che c’Γ¨ tra i due si sente, ma l’amore Γ¨ una forza travolgente e il lieto fine Γ¨ quasi dietro l’angolo. Il loro rapporto Γ¨ una montagna russa di emozioni in cui veniamo immersi, a tratti una fiaba romantica e in altri la dura realtΓ . E in parte Γ¨ anche questo che non mi ha convinta, quel sali e scendi tra la finzione e ciΓ² che realmente potrebbe accadere in un rapporto simile. In generale non ho sentito nΓ© l’ebrezza della fiaba, nΓ© il coinvolgimento per una storia che potrebbe accadere a chiunque.

    MA vi avevo detto che nonostante tutto c’Γ¨ stato un aspetto che mi ha molto colpita e adesso vi svelo di cosa si tratta. Il libro Γ¨ strutturato in modo che si alternino capitoli con i due POV dei protagonisti, Cecilia e Alex, non necessariamente in modo sistematico e preciso, anche temporalmente non c’Γ¨ un particolare equilibrio perchΓ© a volte le scene si ripetono viste da entrambi i personaggi, tuttavia proprio per questo c’Γ¨ una sorta di ritmo imprevedibile di fondo, come una canzone fatta di alti e bassi che si alternano a creare una melodia. E sono proprio delle canzoni a dare il titolo ad ogni capitolo, ognuna legata all’argomento trattato o alle situazioni, che sia per le parole o per la musica. E visto che le ho ascoltate una per una nel corso della lettura, ho pensato di creare una playlist per farvi sentire il sound della storia…

    Un dettaglio che come ho detto mi Γ¨ molto piaciuto e mi ha trasmesso un maggior coinvolgimento, soprattutto ho adorato scoprire alcune di queste canzoni e riscoprirne altre, associarle agli eventi e alle dinamiche della storia di Cecilia e Alex e arrivare al finale con una voglia matta di imparare a ballare il boogie e il twist. Una sensazione finale che mi ha lasciata con un sorriso e per cui ho deciso di dare come valutazione a questo libro una piena sufficienza, 3/5.

    Consiglierei questo libro… a chi Γ¨ in cerca di una storia d’amore dal ritmo sorprendente, a chi vuole immergersi in una Milano sfiorata dal sound anni ’50 e a chi come me adora associare musica e lettura.
    Visto che sono forse l’unica a non aver troppo apprezzato la trama e la narrazione, vi invito a proseguire il tour nei prossimi giorni e a recuperare se non le avete lette le recensioni dei giorni precedenti, per questo vi lascio il calendario dell’evento.
    Ma adesso ditemi…
    Conoscevate quest’autrice e i suoi libri? 
    E soprattutto, cosa ne pensate della musica che Vanessa ha scelto come sottofondo?
    Aspetto i vostri commenti, fatemi sapere che ne pensate, lasciando un commento o un’opinione qui sotto! πŸ˜‰

  • Potrebbero anche interessarti

    Nessun commento

    Lascia un commento